TESTMSL

Aiav apre le porte ad Adv Unite e Ascotur

AIAV mette a segno un importante tassello verso la creazione di una rete fra i rappresentati del comparto turistico aprendo le porte a due importanti realtà del settore, come l’associazione di agenti di viaggio napoletana ADV UNITE e ASCOTUR, l’Associazione Commerciali del Turismo.

Profondamente radicata in Campania, ma con soci anche in altre regioni del sud ADV UNITE ha fatto del contrasto all’abusivismo, ai comportamenti illeciti e contrari all’etica professionale la sua ragione fondante.

Il presidente di AIAV Fulvio Avataneo si dice molto soddisfatto della considerazione che ADV Unite e ASCOTUR hanno dimostrato nei confronti dell’AIAV “considerazione che ci premia e ci compensa per il grande dispendio di energie profuso nel corso degli anni. Oggi l’AIAV vede crescere costantemente il numero dei propri associati, forse perché gli agenti di viaggio comprendono che da soli non si va da nessuna parte mentre, uniti, si possono raggiungere obiettivi importanti. Una crescita che ci consente di guardare al futuro dell’associazionismo con maggiore fiducia”.

L’accordo che poteva apparire impossibile fra ADV UNITE e AIAV per il presidente dell’associazione campana Cesare Foà “dimostra che se c’è la volontà di lavorare per la base, i punti d’incontro si trovano sempre. Soprattutto, prosegue, rappresenta un rafforzamento per entrambe le sigle e per tutte le agenzie di viaggio che così potranno contare su una forza associativa sempre più rappresentativa e determinata, caratteristiche che in momenti difficili come quelli che stiamo vivendo possono solo dare una spinta verso una crescita ed una miglioria”.

“Lavorare con le associazioni degli agenti di viaggio che più dimostrano di volere una sinergia del settore – sottolinea il presidente di ASCOTUR Cristiano Carrarese – è il modo migliore per rafforzare e adeguare la figura professionale del commerciale del settore. Figura che da sempre è il primo punto di contatto degli agenti di viaggio con i TO, i vettori e tutte le realtà che operano nel turismo ma che nel tempo si sono forse allentati a causa delle difficoltà del comparto che hanno spinto molte aziende ad avvalersi di collaboratori non sufficientemente preparati e scarsamente motivati. Il nostro obiettivo è quello di rafforzare questa importante figura professionale elaborando piani di formazione e riqualificazione, rivedendo le condizioni contrattuali e adeguandole ad un’attività tuttora importantissima”.

L’arrivo di ADV Unite e ASCOTUR apre nuovi scenari collaborativi che AIAV conta di allargare ulteriormente entro i primi mesi del 2020, sia portando a compimento iniziative già avviate, sia  aprendo nuovi canali che non possono essere trascurati.

News Correlate