mercoledì, 21 Ottobre 2020

AIDIT sceglie Travelexpo a Palermo per la prima riunione in presenza

aidit travelexpo

Prima riunione in presenza a Palermo per AIDIT, l’Associazione italiana distribuzione turistica, aderente a Federturismo Confindustria. Nell’ambito di Travelexpo, che si è svolto al CDSHotels Terrasini Città del Mare dal 25 al 27 settembre, l’associazione ha riunito il Consiglio di Presidenza, il Consiglio Generale e ha preso parte attivamente al Premio Cassarà – figura di riferimento per il sistema turistico nazionale nonché fondatore di AIDIT.

Premiate le apprezzate tesi di laurea presentate da Loriana Romano (Mascalucia – Catania); Silvia Di Guardo (Nicolosi – Catania); Annarita Di Giorgio (Chiusa Sclafani – Palermo); Valeria Perticone (Catania) e Graziella Seminara (Catania) a cui vanno i più calorosi auguri di grandi soddisfazioni e successi lavorativi nel settore.

“Abbiamo scelto Travelexpo per la nostra prima riunione in presenza post-lockdown – ha spiegato il presidente di AIDIT Domenico Pellegrino – per testimoniare la nostra vicinanza a Travelexpo che ha scelto di confermare l’evento anche in questo periodo difficile che sta attraversando il comparto ma anche per omaggiare la memoria del nostro compianto amico Peppino Cassarà, scomparso ormai quasi un anno fa”.

Nel corso di Travelexpo, AIDIT ha promosso un incontro con le agenzie di viaggi, dal titolo “INSIEME PER RICOSTRUIRE IL FUTURO DEL SISTEMA TURISTICO”, per presentare l’Associazione, le iniziative avviate e dibattere sulle prospettive del settore dell’organizzazione e della distribuzione dei viaggi a seguito della crisi senza precedenti che il mondo intero ed il turismo in particolare sta attraversando.

“Il Covid-19 – ha osservato Stefania Mandurino, aprendo i lavori – deve essere l’occasione per ripartire meglio. Siamo fiduciosi sul futuro, quella che stiamo attraversando non è una crisi esistenziale e il futuro della nostra professione non è in discussione. Siamo convinti che sia solo un incubo passeggero, perché quando il turismo ripartirà e si riprenderà a viaggiare, solo i professionisti potranno garantire sicurezza e qualità. Il fai da te subirà una lunga fase di stallo perché chi vorrà partire lo vorrà fare solo con i professionisti”.

E a proposito della ripartenza del comparto, AIDIT propone l’istituzione di corridoi verso alcune destinazioni ‘covid free’ come Sharm el Sheikh, Maldive, Zanzibar, Seychelles, utilizzando i tamponi rapidi e dei protocolli come quelli utilizzati dal comparto crocieristico. In questo modo si potrebbero portare sugli scaffali delle agenzie di viaggi i primi pacchetti per il Capodanno, per evitare di perdere anche l’opportunità offerta dalle festività di fine anno.

Inoltre, AIDIT si sta adoperando per mettere a punto con le autorità competenti un protocollo garantito dall’intera filiera per far ripartire il turismo scolastico, almeno in Italia, e ridare così fiato alle città d’arte.
Tra le altre richieste avanzate dai componenti di AIDIT, ampliare le risorse del fondo perduto, il credito d’imposta sugli affitti fino a dicembre ed estendere la cassa integrazione.

L’associazione si è confrontata anche sulle sfide future e Corrado Lupo, presidente AIDIT Lombardia, ha sottolineato la necessità di riposizionare il ruolo della distribuzione nella filiera ristabilendo la centralità di una figura professionale come quella dell’agente di viaggio. “La digitalizzazione del comparto, sarà la sfida su cui porre in essere i maggiori sforzi, guardando con coraggio al 2030. Il focus dovrà essere quello di uscire dalla zona di comfort, cambiando schemi di lavoro e puntando tutto sul digital”.

Il rapporto di AIDIT con le istituzioni territoriali ed in particolare con le Regioni è stato evidenziato nell’ulteriore incontro con le altre associazioni di categoria da Giuseppe Abbatepaolo, presidente AIDIT Puglia: ”Intendiamo portare avanti le istanze di un settore estremamente complesso e di alta specializzazione, rivendicando, in spirito di estrema collaborazione con gli Enti e le Istituzioni, quel ruolo di attore principale dell’intera filiera turistica che compete agli agenti di viaggio”.

News Correlate