mercoledì, 27 Ottobre 2021

Assomarinas: porti italiani al di sotto dei livelli storici di occupazione

Assomarinas esprime apprezzamento per la liquidazione delle partecipazioni di Italia Navigando, che avrebbero dovuto essere immesse nel mercato quanto prima, in considerazione del fatto che, in questa difficilissima congiuntura economica, lo Stato deve concentrarsi sulla erogazione dei servizi essenziali ai cittadini, lasciando alle imprese il compito di adattarsi con flessibilità al mutevole mercato turistico.

Quanto alla presunta domanda di spazi per la nautica, Assomarinas precisa “che tutti i porti turistici italiani sono ampiamente al di sotto dei livelli storici di occupazione a causa della crisi economica e delle scelte sbagliate dei governi precedenti nei confronti dell’utenza nautica, mentre sono ancora in corso di costruzione e di progettazione, in funzione di scelte compiute nel periodo pre-crisi, circa 65.000 posti barca lungo tutte le coste d’Italia che faticheranno a trovare mercato in futuro, anche a causa del fatto che circa l’80% delle unità da diporto italiane sono carrellabili e non necessitano di posti barca permanenti”.

 

News Correlate