venerdì, 15 Gennaio 2021

Le guide ambientali escursionistiche chiedono riordino professioni

“Le Guide Ambientali Escursionistiche in Italia sono 5000. Eppure non siamo stati oggetto di ristori poiché non siamo ancora oggetto di una legge chiara a livello nazionale”. A denunciare la situazione delle guide ambientali è stato Davide Galli, presidente AIGAE in audizione alla X Commissione del Senato (Industria, commercio e turismo).

“Occorre procedere rapidamente – sottolinea Galli – con un riordino delle professioni turistiche. Ad esempio, il Bando del MIBACT che stanziava risorse a sostegno delle professioni turistiche, pur includendo il nostro codice ATECO 799020 (Attività delle guide e degli accompagnatori turistici), aveva come requisito quello di possedere il patentino di guida turistica o accompagnatore turistico. Requisito che noi non possiamo soddisfare a causa dei ritardi legislativi. Abbiamo bisogno di una legge nazionale chiara che ci inquadri ai sensi delle direttive europee e della legge 4/2013.
Un altro esempio riguarda l’accesso alla professione attraverso la formazione: ad oggi abbiamo
10 regioni con altrettante leggi che definiscono gli esami e la formazione, oltre a queste ci sono
regioni che non hanno mai legiferato in materia. Riteniamo corretto che le regioni si occupino
della normativa in materia di formazione, ma sarebbe opportuno che operassero in un quadro
nazionale chiaro”.

News Correlate