Viaggi all’estero a -15% per paura terrorismo; pioggia di disdette

Timori per l’andamento del settore turistico durante le prossime festività natalizie. Il Codacons, che sta ricevendo in questi giorni centinaia di segnalazioni da parte di cittadini che avevano prenotato un viaggio all’estero nel periodo di Natale e che intendono ora disdire pacchetti e soggiorni acquistati, parla di un vero e proprio crollo

“In base alle nostre stime, il comparto registrerà sotto le feste una forte contrazione rispetto al Natale dello scorso anno – spiega l’associazione – In particolare saranno i viaggi all’estero a risentire della crisi, con un calo del -15% rispetto al 2014.

Gli attentati di Parigi, infatti, stanno producendo una raffica di disdette da parte degli italiani che avevano prenotato viaggi e soggiorni all’estero per il periodo natalizio e di Capodanno, e che ora non si sentono più sicuri di partire. La paura generata dal terrorismo farà sentire i suoi effetti soprattutto sul comparto turistico, limitando le partenze verso destinazioni estere. Nessuna sensibile modifica si registra invece per i viaggi organizzati in territorio italiano, e per i soggiorni presso le località sciistiche del nostro paese”, conclude la nota.

News Correlate