lunedì, 28 Settembre 2020

Pochi danni al Museo del Bardo che riapre martedì

Il Museo del Bardo si è salvato dall’attacco terroristico di mercoledì 18 marzo. La follia omicida dei terroristi dell’Isis, che ha fatto strage di 18 innocenti turisti e tre tunisini, non si è abbattuta sulla ‘perla’ di Tunisi, uno tra i musei più importanti al mondo.

“Non ci sono danni di rilievo ai reperti, solo alla struttura”, conferma il direttore dei musei dalla capitale, Tahar ben Ghalia. Il museo dunque non si piega e riaprirà “al più tardi” martedì prossimo, 24 marzo, ha annunciato il ministero della Cultura tunisina.   

Il Bardo si arricchisce da anni con i reperti soprattutto romani che arrivano da tutto il Paese. Il palazzo è plurisecolare, ed è arricchito dagli spunti architettonici andalusi ma anche italiani. I museo nasce ufficialmente nel 1888, dopo la riconversione di alcuni palazzi nobiliari.   

Pochi anni fa, nel 2009, viene rinnovato e ampliato. Le sale hanno nomi roboanti, da Virgilio fino ad Annibale.     

News Correlate