domenica, 17 Gennaio 2021

Tunisia, gli Uffizi in pista per la ripartenza del Museo del Bardo

La Tunisia ha ricordato il tragico attentato terroristico al Museo del Bardo del 18 marzo 2015, nel quale persero la vita 24 persone, tra cui 4 italiani, con una cerimonia ufficiale alla presenza dei vari ambasciatori accreditati nel Paese e con l’inaugurazione di una mostra sulle antichità romane provenienti dalla Tunisia e presenti da oltre tre secoli nelle collezioni degli Uffizi intitolata ‘Antichità d’Africa agli Uffizi. Giovanni Pagni, Medico e Archeologo pisano nella Tunisia del XVII secolo’.

L’idea della mostra, realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura locale e la curatela degli Uffizi, interamente finanziata dalla Regione Toscana, era stata rilanciata l’anno scorso, dopo una visita della vice presidente della Toscana, Monica Barni, nel Paese nord-africano.

“E’ un modo per contribuire alla ripresa del turismo culturale del paese, gravemente compromesso dopo il grave e oltraggioso attentato di tre anni fa”, ha spiegato la vice presidente a proposito dell’iniziativa.

Anche Firenze rilancia l’amicizia con la capitale tunisina con un gemellaggio culturale che punta soprattutto alla promozione museale: tutti coloro che hanno un biglietto del Bardo potranno accedere da oggi gratuitamente ai Musei Civici Fiorentini.

News Correlate