venerdì, 27 Novembre 2020

Malev si avvia al fallimento

Governo emana decreto su indennizzi passeggeri per i biglietti acquistati

E' sempre più sull'orlo del fallimento la compagnia di bandiera ungherese Malev. Un decreto del governo con effetto immediato garantisce infatti un indennizzo per i passeggeri che hanno già acquistato un biglietto sui suoi voli. Ma secondo il presidente di Malev, Janos Berenyi, i voli partiranno regolarmente, e il decreto è stato emanato solo ‘per un eventuale e non desiderato'.
La Malev gestisce una rete di voli regolari verso 45 città, trasportando 3 milioni di passeggeri all'anno, ma è in perdita: i debiti ammontano a più di 200 milioni di euro. Di recente la Commissione europea l'ha obbligato a ripagare le sovvenzioni statali, ricevute nel periodo 2007-2010, per altri 200 milioni di euro.
La Malev era stata privatizzata da una compagnia russa, fallita successivamente, e lo stato ungherese, per salvarla, aveva dovuto riacquistarla nel 2009 con un esborso notevole di fondi.
Se fallirà, comunque, la Malev verrà sostituita da una nuova compagnia di bandiera, ma per questa operazione bisognerebbe trovare un partner privato. Secondo la stampa, ci sarebbero già trattative con i cinesi e con nuovi partner russi.

News Correlate