Australia post incendi, sceglierla come destinazione per risollevarne la ripresa turistica

Le immagini degli incendi in Australia diffuse ovunque hanno dato l’impressione che l’intero continente sia stato interamente travolto dai roghi. Se da un lato il Paese ha ricevuto supporto da varie parte del mondo, dall’altro lato sono state condivise immagini imprecise. Mentre gli incendi continuano a colpire alcune aree dell’Australia, molte altre non sono state interessate e sono normalmente accessibili. Che si tratti di un viaggio lungo la costa o all’interno del continente, l’Australia è pronta ad accogliere i visitatori a braccia aperte.

“Incoraggiamo gli australiani e i turisti internazionali a scoprire le meravigliose destinazioni dell’Australia, così da sostenere una pronta ripresa del settore turistico”, ha detto Phillipa Harrison, Managing Director di Tourism Australia.

L’impatto degli incendi sulle specie autoctone australiane è stato impressionante e numerosi animali sono rimasti feriti e hanno perso la vita per via dei roghi. Grazie al supporto delle organizzazioni dedite alla salvaguardia della fauna e gli innumerevoli atti di solidarietà c’è la concreta speranza che la fauna australiana possa ristabilirsi in tempo ragionevole.

Il Governo Federale Australiano ha destinato i primi $50 milioni dal fondo contro gli incendi per la tutela della fauna. I fondi sono stati investiti nel piano ‘Wildlife and Habitat Recovery Package’ che è stato rapidamente attivato ed è tuttora in corso. Alla guida del piano c’è la Dott.ssa Sally Box, Capo della Commissione per la tutela delle specie a rischio estinzione, che insieme a un gruppo di ecologi, biologi, scienziati e ambientalisti da tutti gli Stati e Territori australiani si impegna nel riportare a nuova vita ciò che è stato danneggiato dagli incendi.

Questo piano prevede anche $1 milione da destinare allo zoo di Taronga (Sydney), gli zoo del South Australia e quelli del Victoria per la cura degli animali feriti.

L’Australia è una delle grandi meraviglie di biodiversità al mondo. Sebbene molte delle destinazioni siano rimaste inalterate purtroppo alcune di queste ne sono state interessate.

L’Australia offre uno dei più variegati e lussureggianti patrimoni faunistici e floristici al mondo, nonostante gli incendi l’incredibile sistema naturalistico è oggi visitabile nelle numerose parti del paese non colpite. Quindi è possibile scoprire l’incredibile e vasta biodiversità dell’Australia con esperienze nel bush, visitando i parchi nazionali o i centri di conservazione faunistica e facendo pesca ricreativa o snorkeling nelle aeree non colpite dagli incendi.

L’Australia intera è estremamente grata per la solidarietà ricevuta in questo difficile periodo. Uno dei migliori modi per sostenere la ripresa del Paese è pianificare una vacanza in Australia. Ogni viaggio attraverso le bellezze di tutte quelle destinazioni non coinvolte dagli incendi aiuta infatti a sostenere l’intera industria turistica e aiutare direttamente e indirettamente il sostegno di imprenditori, comunità e di molti settori economici.

Tourism Australia ringrazia tutto il mondo con video messaggio realizzato in collaborazione con alcuni dei principali operatori turistici che invitano il mondo a contribuire alla rinascita del loro continente.

Tourism Australia ha creato una risorsa ufficiale: https://www.australia.com/it-it/travel-alerts.html. Questa pagina aggiornata quotidianamente, mostra le aree che sono state interessate dagli incendi e quelle che non hanno subito nessun danno e inoltre fornisce informazioni dettagliate sulla sicurezza e sullo stato delle destinazioni.

News Correlate