giovedì, 29 Ottobre 2020

Msc Crociere cambia la politica di cancellazione

Per andare incontro alle esigenze delle adv, MSC Crociere ha deciso di posticipare i termini di recesso: in deroga alle Condizioni Generali di Vendita, per tutte le prenotazioni già confermate e per le nuove conferme entro il 31 marzo 2020 sarà possibile recedere dal contratto entro 21 giorni dalla data partenza con una spesa di gestione pratica di 50 euro p.p. La promo è valida per tutte le partenze di marzo, aprile, maggio e giugno (fino al 30 giugno 2020) con destinazione Mediterraneo e Nord Europa per tutte le tariffe e le tipologie di prenotazione. La promo è retroattiva e sono escluse le altre destinazioni.

“In questo periodo particolarmente delicato per l’economia e per il turismo a livello globale, MSC Crociere desidera garantire a tutti la serenità di prenotare una vacanza MSC in totale sicurezza. E lo fa attraverso un’azione concreta che modifica per la prima volta alcune condizioni previste da catalogo – ha sottolineato Luca Valentini, direttore commerciale MSC Crociere – Con questa iniziativa ci aspettiamo una buona risposta da parte di coloro che in questa fase di allarmismo diffuso non hanno ancora prenotato una vacanza e, allo stesso tempo, ci auguriamo di rassicurare anche coloro che hanno già prenotato una crociera MSC. Negli ultimi giorni i messaggi degli esperti relativi al coronavirus tendono a placare la paura generale in quanto, se da un lato la probabilità di contagio può essere elevata, la sua pericolosità si attesterebbe ai livelli di un normale virus influenzale”.

Inoltre, lunedì 24 febbraio MSC Crociere ha incrementato le misure precauzionali previste contro il coronavirus, al fine di tutelare la salute e il benessere dei passeggeri e dell’equipaggio a bordo delle navi della Compagnia. Oltre alle restrizioni previste per chiunque abbia viaggiato verso, da o tramite la Cina continentale, Hong Kong o Macao, verrà negato l’accesso a bordo a coloro che negli ultimi 14 giorni hanno viaggiato verso, da o tramite uno dei comuni dell’Italia settentrionale, oggi in quarantena. I comuni interessati sono: Casalpusterlengo, Codogno, Castiglione d’Adda, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo, San Fiorano e Vo’. Si precisa che nessuno dei porti di scalo della Compagnia in Italia e nessuno dei luoghi proposti come escursione si trova vicino ai comuni sopra citati o a territori limitrofi.

Per ogni crociera sarà effettuata un’accurata ispezione: i passeggeri e i membri dell’equipaggio nelle fasi di imbarco e sbarco nei porti di scalo saranno controllati dalle termocamere per verificare il sussistere di eventuali condizioni febbrili.

Queste misure si aggiungono ai provvedimenti già in atto da oltre un mese, che includono la sanificazione di ogni nave dell’intera flotta, la disinfezione continua delle aree pubbliche e costanti moniti in merito alle accortezze igieniche per tutti i passeggeri e l’equipaggio, anche grazie all’uso di dispenser disinfettante mani.

La maggior parte delle navi della flotta si trova attualmente in Sud America e nei Caraibi, mentre le due navi che adesso sono nel Mediterraneo non subiranno ritardi e seguiranno gli itinerari previsti.

www.msccruises.com

News Correlate