Msc Crociere lavora a nuovo protocollo per salute e sicurezza passeggeri

MSC Crociere, da quando ha deciso di sospendere temporaneamente le proprie crociere a causa dello sviluppo della pandemia globale, ha lavorato senza sosta per lo sviluppo di un nuovo protocollo operativo per la salute e la sicurezza da attuare alla ripresa delle attività.

Dopo aver istituito una task force inter-funzionale composta da esperti in house nei settori dei servizi medici, sanità pubblica e servizi igienico-sanitari, servizi alberghieri, HVAC (riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria), sistemi di ingegneria di bordo e tecnologia informatica e logistica, MSC Crociere si è avvalsa anche del supporto di un gruppo di esperti dell’Aspen Medical per implementare ulteriormente il suo protocollo per la salute e la sicurezza.

“Oggi sono lieto di annunciare che il lavoro della nostra task force sarà ulteriormente supportato dalla formazione e dall’impegno del ‘Blue Ribbon COVID Expert Group’, un super team di esperti per la verifica dei protocolli di sicurezza, la pianificazione delle attività e una consulenza specializzata per aumentare le conoscenze sul tema – ha detto Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Cruises – Si tratta di massimi esperti nei settori della medicina, della sanità pubblica e delle discipline scientifiche correlate che formeranno un team altamente qualificato e riconosciuto a livello internazionale per informare e rivedere le nostre iniziative in relazione al COVID-19, contribuendo così a garantire che le azioni intraprese siano appropriate, efficaci e in linea con le migliori pratiche scientifiche e sanitarie disponibili. Per questo motivo, il gruppo di esperti avrà il compito di riesaminare le policy, le innovazioni tecniche o le misure operative relative al COVID-19. Le attività del gruppo continueranno ben oltre la ripresa delle nostre operazioni, assicurando così che le competenze e le pratiche acquisite siano sempre a disposizione anche a seguito dell’evolversi della situazione e dei dati”.

Il team di esperti è stato formato personalmente dall’Executive Chairman della Compagnia e comprende: il professor Christakis Hadjichristodoulou, docente di igiene ed epidemiologia presso la facoltà di medicina, Facoltà di scienze della salute (nonchè vicepresidente), dell’Università della Tessaglia, Grecia; il professor Stephan J. Harbarth, epidemiologo e specialista in malattie infettive a capo del programma di gestione antimicrobica degli ospedali universitari di Ginevra (HUG) e della facoltà di medicina; il dottor Ian Norton, specialista in medicina d’emergenza con qualifiche post-laurea in Chirurgia, salute internazionale e medicina tropicale, attualmente amministratore delegato di Respond Global, già capo del programma di iniziative per le squadre mediche d’emergenza dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) dal 2014 a gennaio 2020 .

“Sin dai primi giorni in cui abbiamo sviluppato il nostro nuovo protocollo operativo per la salute e la sicurezza, ci siamo confrontati continuamente con le istituzioni pubbliche locali, regionali e nazionali e con le autorità sanitarie in Europa, Stati Uniti, Brasile e Cina, sia direttamente sia attraverso l’associazione CLIA. A tal proposito contatti costanti sono stati mantenuti con le autorità a livello dell’UE responsabili della salute pubblica, in relazione alle attività delle navi da crociera. Ciò ha recentemente portato all’emissione, tra l’altro, delle linee guida provvisorie dell’EU Healthy Gateways che le autorità sanitarie nazionali di tutto il continente stanno attualmente rivedendo – ha commentato Bud Darr, Executive Vice President per la politica marittima e gli affari governativi del Gruppo MSC – Attualmente, il nostro focus riguarda il lavoro che intraprenderemo nella prossima fase con le autorità – tra cui sono compresi i responsabili della sanità, dei trasporti e del settore marittimo – nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo mentre è in corso l’analisi delle più recenti linee guida a livello UE e internazionali nel tentativo di incorporarle nelle normative locali vigenti. Grazie al miglioramento della situazione sanitaria a terra e al ritorno dei viaggi da parte dei cittadini, attualmente prevediamo una potenziale ripresa delle operazioni di crociera a seguito della riapertura ormai quasi completata di altre attività di viaggio e di svago“.

Il nuovo protocollo operativo di MSC Crociere – i cui dettagli saranno resi noti a breve – è stato progettato per soddisfare e superare le linee guida fornite dai principali enti normativi e tecnici internazionali e regionali tra cui l’Organizzazione mondiale della sanità, l’EU Healthy Gateways Joint Action e l’Agenzia europea per la sicurezza marittima (EMSA), nonché le normative stabilite da molti governi nei paesi in cui operano le navi MSC Crociere.

News Correlate