sabato, 23 Ottobre 2021

Msc: nell’estate 2021 movimentati 1 mln di crocieristi in 14 porti

Nel corso della stagione estiva 2021, MSC Crociere ha movimentato in Italia circa 1 milione di crocieristi, effettuando oltre 400 scali in 14 porti della Penisola, dove ha impiegato ben 8 navi sulle 11 già entrate in servizio dopo il lockdown, su un totale di 19 che compongono attualmente la sua flotta.

Particolarmente significativa la presenza di turisti italiani a bordo, pari a circa il 60% del totale e in crescita rispetto agli anni precedenti, a conferma dell’importante contributo fornito dal settore crociere al “turismo di prossimità”, favorito anche dalla proposta di nuove mete e itinerari scelti in Italia da MSC, e alla ripresa dell’attività turistica in generale.

“Siamo molto orgogliosi – ha sottolineato Leonardo Massa, Managing Director di MSC Crociere, durante un incontro a bordo di MSC Virtuosa, giunta per la prima volta a Genova – di essere stata la prima compagnia al mondo a ripartire dopo il lockdown, ad agosto 2020, e di averlo fatto in Italia e proprio da Genova. E siamo altrettanto orgogliosi di aver movimentato, pur in un anno ancora difficile come il 2021, un numero così elevato di crocieristi nella Penisola, fornendo così un contributo prezioso alla ripresa del turismo in Italia e a sostegno dei territori e delle comunità toccati dalle nostre navi. Questi dati confermano, peraltro, la centralità dell’Italia per l’andamento settore crocieristico a livello internazionale. Siamo sempre stati ottimisti sulla ripartenza delle crociere, che oggi rappresentano – grazie all’adozione di un protocollo di salute e sicurezza estremamente rigoroso – una delle modalità di vacanza più sicure e gratificanti al mondo. C’è grande voglia di viaggiare e i moltissimi ospiti che ci hanno scelto, e continuano a sceglierci, confermano ancora una volta l’appeal intramontabile delle vacanze sul mare”.

I porti che maggiormente hanno beneficiato delle crociere di MSC sono stati Genova con 85 scali, Civitavecchia con 60 scali e Bari con 54 scali. Seguono Venezia/Monfalcone (43 scali), Napoli (29 scali), Taranto (28 scali), Siracusa (28 scali), Palermo (19 scali), Trieste (16 scali), Ancona (15 scali), Messina (12 scali), La Spezia (10 scali), Brindisi (2 scali) e Cagliari (1 scalo).

Molto positiva la performance dei porti del Mezzogiorno che, nel complesso, hanno collezionato 172 scali, contro i 154 dei porti del Nord e i 76 del Centro Italia, a conferma del fatto che del turismo crocieristico beneficiano ormai gran parte delle regioni italiane e non solo quelle dove hanno sede i porti principali.

Taranto e Siracusa rappresentano due novità nella programmazione di MSC Crociere e, grazie alla collaborazione delle autorità locali, è stato reso possibile l’arrivo di MSC Seaside ogni settimana con migliaia di turisti a bordo. Ognuno dei due porti quest’estate ha collezionato il risultato di 50.000 crocieristi giunti con la nave MSC, e una importante ricaduta economica per il territorio.

Per le prossime stagioni invernali ed estiva la compagnia prevede la graduale ripartenza anche delle altre navi della flotta, in particolare il recente annuncio della riapertura dei confini degli Usa consentirà anche ai turisti italiani ed europei di raggiungere le navi di MSC Crociere posizionate ai Caraibi e Antille non appena il Center for Disease and Prevention determinerà le modalità di ingresso nel paese.

News Correlate