TESTMSL

Lunghe file in aeroporti dopo blocco voli Ue-Usa ma Lufthansa continuerà a volare su tre scali

L’annuncio di Trump del blocco dei voli dall’Europa per 30 giorni per contrastare il coronavirus ha scatenato la corsa di molti americani, colti dalla paura di restare “intrappolati” in Europa, ad accaparrarsi o cambiare subito biglietto per tornare in Usa prima che scatti il divieto. E così lunghe file di americani, molti con mascherine, si sono formate negli aeroporti soprattutto di Parigi e Londra, anche se il Regno Unito non è contemplato dal blocco, e anche se il blocco non riguarda i cittadini americani.

Secondo la Iata il bando dei voli dall’Europa, deciso dagli Stati Uniti su una “scala così grande” provocherà “un’ampia ricaduta sull’economia”. L’associazione, ricordando come fra gli Stati Uniti e l’area Schengen, nel 2019 sono intercorsi 550 voli al giorno per un totale di 46 milioni di passeggeri, chiede così che i governi lo riconoscano e siano pronto a supportare il settore.

Intanto, però, il gruppo Lufthansa fa sapere che continuerà ad offrire voli verso gli Usa da Germania, Austria, Svizzera e Belgio. Tra gli aeroporti americani, 11 dotati di apposite apparecchiature sanitarie rimangono infatti aperti. Lufthansa ha quindi deciso di continuare ad operare voli da Francoforte a Chicago e Newark (New York), da Zurigo a Chicago e Newark (New York), da Vienna a Chicago e da Bruxelles a Washington anche dopo il 14 marzo, “in modo da mantenere così almeno alcuni collegamenti aerei verso gli Usa dall’Europa”. “Le compagnie aeree – specifica la nota – stanno lavorando su un programma di orari alternativi per gli Usa. I passeggeri potranno comunque raggiungere tutte le destinazioni all’interno degli Usa attraverso gli hub statunitensi e i voli in coincidenza serviti dalla compagnia aerea partner United Airlines”. Tutti gli altri voli statunitensi saranno sospesi fino a nuovo avviso a causa delle restrizioni amministrative statunitensi, comprese tutte le partenze da Monaco di Baviera, Dusseldorf e Ginevra. Il Gruppo Lufthansa continuerà a servire tutte le destinazioni in Canada fino a nuovo avviso.

News Correlate