Isolamento di 14 giorni per chi ritorna in Italia dall’estero: firmato il decreto

Sono già 8 mila gli italiani, lavoratori, studenti o turisti, che sono rientrati a casa in fretta e furia da 14 Paesi con voli organizzati dall’Unità di crisi della Farnesina dopo lo stop agli aerei e le chiusure di molte frontiere a causa dell’emergenza Coronavirus. Solo ieri sono stati 1.200: in particolare, sono rientrati 2 voli da 186 posti ciascuno dalle Canarie, operati da Neos, un traghetto da Barcellona con circa 230 passeggeri e 3 voli Alitalia da Londra per un totale di circa 600 persone.

E mentre molti altri stanno ancora cercando di tornare dall’estero, il governo ha deciso nuove misure per chiunque entri in Italia e con qualunque mezzo, connazionali compresi: una quarantena di 14 giorni anche per gli asintomatici. “E’ una misura a mio avviso necessaria per la loro stessa salute e, naturalmente, per la salute pubblica di tutti. Occorre valutare ogni provvedimento precauzionale volto a contenere sempre di più la diffusione del virus”, ha spiegato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio annunciando la nuova misura di auto-isolamento, presa insieme ai ministeri della Salute e dei Trasporti e in vigore fino al 25 marzo.

Per molti, però, rientrare in Italia sta diventando una vera e propria odissea e non solo per chi viene da fuori i confini dell’Ue, ormai chiusi. Tra i Paesi limitrofi, Austria e Svizzera hanno chiuso le frontiere Schengen, mentre ai confini francesi si registrano controlli soprattutto verso la Francia: da domani sarà sospeso anche il Tgv Milano-Parigi. “Ci sono cittadini dell’Ue bloccati nella stessa Unione europea e questo ora deve finire”, ha tuonato ai 27 la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, aggiungendo di aver “proposto soluzioni per permettere alle persone di tornare a casa” e annunciando il sostegno di Bruxelles al rimpatrio di 290 cittadini europei rimasti bloccati in Marocco.

In Belgio l’ambasciata italiana sta assistendo gli studenti Erasmus attraverso le Università locali, mentre la missione diplomatica in Tunisia ricorda che il Paese da oggi chiude le frontiere aeree e terrestri, ad eccezione dei voli di rimpatrio.

News Correlate