giovedì, 29 Ottobre 2020

Marriot, hackerato database: a rischio i dati di 5,2 mln utenti  

La catena di hotel Marriott ha subito un attacco hacker che ha esposto i dati di 5,2 milioni di utenti. L’attacco è iniziato a metà gennaio ed è stato scoperto a fine febbraio, quando la compagnia si è resa conto che “può essere stato effettuato l’accesso a una quantità inattesa di dati dei clienti attraverso le credenziali di accesso di due dipendenti in una proprietà in franchising”.

Sebbene l’indagine sia all’inizio, scrive Marriott, “al momento non abbiamo motivo di ritenere che le informazioni in questione includessero password o Pin dell’account Marriott Bonvoy, informazioni sulle carte di pagamento e sui passaporti, numeri di patente e carta di identità”. Tra i dati esposti, invece, ci sono nomi, email e numeri di telefono, sesso, azienda, giorno e mese di nascita.

Per Marriott si tratta della seconda intrusione, dopo quella che nel novembre 2018 coinvolse i dati di 383 milioni di clienti.

News Correlate