sabato, 16 Gennaio 2021

Alpitour, anche Diocesi Trento tra interessati ad acquisizione

Il gruppo degli acquirenti è guidato dai fondi Wise e Hirsch

Anche la finanziaria dell'Arcidiocesi di Trento (Isa Spa, di cui la maggioranza delle quote è dagli enti ecclesiastici) è interessata all'acquisto del 100% di Alpitour. Lo rivela il quotidiano "l'Adige", che racconta come l'obiettivo di acquisizione sia nello specifico del "Fondo Progressio Investimenti 2", che a sua volta è controllato dalla "Sgr" partecipata da Isa e Fondazione Caritro. Isa possiede il 12% di "Progressio Sgr".
Assieme a "Progressio" concorre all'operazione finanziaria anche Network Capital Partner. Il gruppo degli acquirenti è guidato da Wise Sgr e da Hirsch & Co di Mario De Benedetti.
Alpitour è stata valutata 225 milioni di euro. Per rilevare il 100% delle quote i fondi hanno stanziato 100 milioni di capitale, unitamente a prestiti bancari tramite Intesa-Sanpaolo, Popolare Milano, Monte Paschi e Popolare Emilia-Romagna. Secondo i piani di investimento Wise e Hirsch interverranno con 60 milioni di euro, mentre gli altri componenti dell'operazione investiranno, compresa "Progressio", i restanti 40 milioni.

 

News Correlate