Barracciu a processo si dimette da sottosegretario

Il sottosegretario ai Beni culturali Francesca Barracciu si è dimessa. L’annuncio è arrivato dopo la decisione del Gup del Tribunale di Cagliari che l’ha rinviata a giudizio per peculato aggravato. Il processo inizierà il 2 febbraio 2016. L’inchiesta che ha fatta finire nei guai l’esponente del Pd è quella legata all’utilizzo dei fondi del Consiglio regionale della Sardegna che ha già coinvolto, in maniera bipartisan, un’ottantina di consiglieri della XIII e XIV legislatura. Nel caso della Barracciu, l’accusa di peculato aggravato è arrivata per 81 mila euro spesi dal 2004 al 2009, e che ora l’esponente del Pd dovrà giustificare a processo.

“Ritengo doveroso dimettermi – ha detto Barracciu – ed avere tutta la libertà e l’autonomia necessarie in questa battaglia dalla quale sono certa uscirò a testa alta. La notizia del rinvio a giudizio mi colpisce ed amareggia sia dal punto di vista personale, sia da quello dell’impegno e del lavoro che ho profuso in questi anni di politica ed amministrazione e che ho continuato a mantenere anche al governo. Sono fiduciosa – ha aggiunto – nel percorso della giustizia e affronterò il processo con determinazione e serenità, nella certezza di essere totalmente innocente”.   

“Un gesto di grande correttezza e sensibilità istituzionale – ha commentato il ministro ai Beni culturali, Dario Franceschini – Sono certo che Francesca si batterà con tutta la determinazione che ha sempre dimostrato di avere, per vedere riconosciuta la sua innocenza”.     

 

News Correlate