venerdì, 14 Maggio 2021

Dorina Bianchi a Tunisi: Italia tornerà a essere mercato turistico di riferimento

“Il dialogo con la Tunisia per la promozione reciproca sul piano culturale e turistico sta dando ottimi risultati. Con la ministra del Turismo tunisino, Selma Elloumi, abbiamo avuto diversi incontri nell’ultimo periodo, un segno del costante impegno reciproco”. Lo ha detto Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo, nel corso di un incontro bilaterale con Elloumi, che si è svolto a Tunisi.

“La Tunisia – ha aggiunto Bianchi – rappresenta storicamente una delle mete turistiche preferite dagli italiani e allo stesso tempo una delle destinazioni privilegiate degli investimenti realizzati dai nostri operatori in strutture turistiche. Il Governo italiano è fortemente intenzionato ad aiutare le Autorità locali a riattivare un flusso significativo di turisti italiani verso la Tunisia. Vogliamo tornare ad essere un mercato di riferimento importante. Le presenze di turisti italiani stanno gradualmente aumentando. Tramite un coordinamento attento ed efficace, possiamo tuttavia fare di più e dare ulteriore impulso a questa ripresa di flussi. I nostri imprenditori ed operatori turistici vanno sostenuti al fine di accrescere gli investimenti turistici nelle strutture alberghiere. L’auspicio è, dunque, che nel corso degli incontri B2B che si terranno tra operatori italiani e controparti tunisine possano essere gettate le basi per superare positivamente alcuni contenziosi che si sono creati all’indomani dell’avvio della transizione e, allo stesso tempo, per discutere nuovi progetti italiani di investimento”.

Inoltre, il sottosegretario ha annunciato l’intenzione di incoraggiare gemellaggi tra siti archeologici romani Patrimonio UNESCO italiani e tunisini al fine di favorire itinerari turistici combinati sulle due sponde del Mediterraneo”.

“L’obiettivo reale dei terroristi è dividere due popoli amici e impedire la crescita dei flussi turistici tra Italia e Tunisia. Invece dobbiamo lavorare su un progetto comune tra gli addetti ai lavori, soprattutto tour operator, per ricreare quelle sinergie e quel momento emozionale che è il vero prodotto del turismo. La politica deve facilitare questo incontro per non far vincere quelle forze che vogliono anche indebolire la giovane ma solida democrazia tunisina”, ha sottolineato Ignazio Abrignani, presidente dell’Osservatorio  Parlamentare del Turismo e vicepresidente della Commissione Industria e Commercio della Camera durante la Sessione Plenaria svoltasi dopo il bilaterale tra Elloumi e Bianchi a Tunisi.

 

News Correlate