martedì, 28 Settembre 2021

Contributi per hotel, ecco i requisiti e come calcolare gli importi

Saranno pubblicati entro i primi di settembre gli avvisi da parte della Direzione generale della programmazione e delle politiche del turismo che riguardano il decreto con cui vengono sbloccati 400 milioni di euro di contributi a fondo perduto da destinare al settore turistico-ricettivo.

Le risorse, che fanno parte del fondo istituito per gli anni 2020-2021 dal Decreto Rilancio, saranno assegnate alle imprese maggiormente colpite dall’emergenza covid secondo specifici criteri di accesso. In particolare, dei 400 milioni di euro stanziati, ben 200 milioni sono destinati alle imprese turistico-ricettive.

Le imprese che potranno accedere ai finanziamenti, sono identificate dai seguenti codici ATECO:

55.10.00
55.20.10
55.20.20
55.20.30
55.20.40
55.20.51
55.20.52
55.30.00
55.90.20
96.04.20

Per quanto riguarda il calcolo degli importi, il contributo sarà riconosciuto in misura forfettaria sulla base di specifici requisiti. Per le attività con fatturato inferiore a 10 milioni di euro, saranno erogati contributi che vanno da 1.000 a 100.000 euro a seconda dei ricavi e dei compensi 2019.

Nel dettaglio:

1.000 euro per i soggetti con ricavi e compensi nel 2019 non superiori a 100.000 euro;
4.000 euro per i soggetti con ricavi o compensi nel 2019 superiori a 100.000 euro e fino a 400.000 euro;
5.000 euro per i soggetti con ricavi o compensi nel 2019 superiori a 400.000 euro e fino a 1 milione di euro;
10.000 euro per i soggetti con ricavi o compensi nel 2019 superiori a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro;
100.000 euro per i soggetti con ricavi o compensi nel 2019 superiori a 5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro.
Per le attività con fatturato maggiore di 10 milioni di euro, il finanziamento spetterà nella misura fissa di 200.000 euro, a condizione che il fatturato medio mensile relativo all’anno 2020 abbia registrato un calo superiore al 30% rispetto al 2019.

Il pagamento dei contributi sarà gestita dall’Agenzia delle Entrate e avverrà con modalità automatica, tramite accredito sui relativi conti di pagamento indicati dai richiedenti.

 

News Correlate