domenica, 13 Giugno 2021

Crolla il rublo e i russi non partono più

Crollo del turismo in partenza dalla Russia nella prima metà del 2015. Durante il primo semestre di quest’anno si è infatti registrata la maggiore riduzione di viaggi all’estero dei turisti russi degli ultimi vent’anni: -33,8%, cioè 5,4 milioni di viaggi in meno rispetto all’anno scorso. Lo fa sapere l’Unione russa dell’industria turistica citata dall’agenzia Interfax. Il crollo del rublo ha reso più cari i viaggi oltrefrontiera per i turisti russi.

 

News Correlate