lunedì, 17 Maggio 2021

Fino al 2018 più viaggi medici e crociere. I cinesi i viaggiatori top

Il viaggio sarà uno dei tre prodotti di acquisto più ambiti nel futuro, dopo le tecnologie e l’abbigliamento, i turisti saranno sempre più interessati a crociere e turismo medico e i viaggiatori top saranno cinesi. Sono alcune delle previsioni sul mercato turistico fino al 2018 della WTM Vision Conference realizzato in collaborazione con il World Travel Market di Londra e con il contributo dei dati mondiali elaborati da Euromonitor.    

Il comparto, a dispetto della situazione economica globale, prevede su scala mondiale un tasso di crescita annuo del 4% per i prossimi 4 anni. Il Paese che nei prossimi anni incrementerà maggiormente i viaggi all’estero è appunto la Cina, seguita a lunga distanza da Russia, Arabia Saudita e Turchia.

Per ricerche di viaggio e prenotazioni saranno utilizzati sempre più gli smartphone. Altri punti di crescita sono previsti per l’online travel (siti web, app speciali, geolocalizzazione, mobile alert e mobile booking), pagamenti online e ologrammi con cui creare assistenti virtuali a disposizione dei viaggiatori in difficoltà.

Lo stato dell’industria dei viaggi a livello mondiale, in base agli ultimi dati del Fmi, nel 2014 è in lieve crescita (3.3%). A crescere nel mercato con le percentuali maggiori è l’Asia (soprattutto la Cina con il 7,5%). Nel comparto “arrivi”, la crescita è trainata dall’Asia, ma percentuali di crescita si registrano anche nell’Europa Meridionale, soprattutto in Spagna, Portogallo e Grecia a causa della crisi in Medio Oriente. Per l’Italia, il tasso di crescita nel 2014 sarà dell’1,5-2%. Per quanto riguarda le partenze, protagonista nel futuro sarà sempre la Cina, seguita da Russia, Arabia Saudita e Turchia.

In un futuro non troppo lontano, i prodotti turistici saranno sempre più personalizzati. Avranno sempre più importanza nel comparto le aziende tecnologiche: Google e Facebook offriranno infatti molti servizi legati al turismo. Successo avranno le realtà che offriranno servizi fra privati. I consumatori nel futuro saranno infatti propensi a condividere prodotti turistici (appartamenti, mezzi di trasporto, pasti). Questo tipo di turismo rappresenta una minaccia  per il business tradizionale ma anche un’opportunità per i viaggiatori e i micro imprenditori. Google Glass, Smartwatch diventeranno prodotto mainstream e verranno utilizzati nel mercato turistico. Lo smartwatch potrà essere utilizzato per aprire per esempio le camere d’albergo.   

Il mercato turistico nel suo complesso, nel 2013 ha raggiunto i 2,200 miliardi di dollari. Questo valore aumenterà del 4% all’anno e sarà una voce importante di spesa per i consumatori soprattutto dei Paesi emergenti. Delle vendite totali, il 27% è dato dall’online (600miliardi di dollari) che, a differenza del mercato tradizionale, crescerà del 10% annuo fino a raggiungere i 950 miliardi di dollari entro il 2018.

News Correlate