giovedì, 13 Maggio 2021

Le grandi del turismo italiano pronti a sperimentare nuova gestione flussi

Le grandi città d’arte italiane, da Roma a Napoli, da Milano a Venezia e Firenze si candidano a sperimentare nuovi progetti di gestione dei flussi turistici. Con una lettera inviata al ministro di beni culturali e turismo Franceschini e al responsabile della direzione generale per il turismo del ministero, Francesco Palumbo, gli assessori alla cultura Paola Concia (Firenze) Daniele Gaetano (Napoli), Roberta Guarnieri (Milano), Paola Mar (Venezia) e Adriano Meloni (Roma) riuniti nella rete delle Grandi Destinazioni Italiane del Turismo Sostenibile, ovvero “le cinque destinazioni che da sole ospitano un terzo dei turisti che visitano l’Italia” scendono in campo per chiedere di essere inserite come ‘caso pilota’ nella parte attuativa del Piano Strategico per il Turismo, pronte a sperimentare ipotesi di gestione dei flussi, ma “anche altri progetti che riterrete opportuno proteggerci”.

Di turismo sostenibile si era parlato venti giorni fa a Roma in un convegno a cui avevano prsenizato anche Taleb Rifai, segretario dell’Umtwo e il ministro Dario Franceschini: “Non si può immaginare né di respingere il turismo, né di fare pagare ticket d’ingresso, perché le città sono aperte e non si possono far pagare gli ingressi alle piazze – aveva sottolineato in quella occasione il ministro – Contemporaneamente, però, è possibile immaginare con le nuove tecnologie meccanismi che regolino gli accessi”.

News Correlate