mercoledì, 26 febbraio 2020

Rfi: in due anni 400mln per eliminare le barriere architettoniche

Eliminare le barriere architettoniche, garantire una migliore accessibilità in tutte le proprie stazioni, promuovere l’uso del treno attraverso i servizi di assistenza delle Sale Blu, abbattere le disuguaglianze. Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) conferma il proprio impegno per migliorare l’esperienza di viaggio delle persone a ridotta mobilità e con disabilità che scelgono il treno rinnovando la partecipazione al FIABADay, la campagna di sensibilizzazione organizzata dal Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche (FIABA) giunta alla XVII edizione.

Lo dimostrano l’investimento di oltre 400 milioni di euro messo in campo da RFI negli ultimi due anni per gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche avviati in circa 100 stazioni e il numero in continuo aumento dei servizi di assistenza offerti dal circuito delle Sale Blu, oltre mille al giorno. L’impegno di Rete Ferroviaria Italiana si declina anche attraverso altre azioni, come il lancio dell’applicazione per smartphone SalaBlu+ dedicata alle persone con disabilità e a ridotta mobilità, anche temporanea, che scelgono di viaggiare in treno. L’app, presentata a febbraio 2019, con oltre 5.000 download in meno di otto mesi, sta infatti riscontrando il gradimento degli utenti e ha ricevuto di recente l’Attestato di benemerenza dall’Associazione Familiari e Vittime della Strada.

News Correlate