martedì, 20 Ottobre 2020

Botta e risposta assessore E-R/Centinaio su attacco all’Enit

“Il ministro Centinaio continua ad attaccare l’Enit e la sua gestione, in maniera sgarbata e senza avere elementi concreti”. Così, in una nota, l’assessore emiliano-romagnolo al Turismo, Andrea Corsini, replica alle considerazioni del ministro per Turismo, Gian Marco Centinaio che a Genova, ha osservato come “in termini di promozione turistica dell’Italia all’estero, l’Ice funziona, l’Enit no”.

“Mi risulta – puntualizza l’assessore regionale – che, in modo corretto, il CdA abbia tempestivamente, e quindi subito dopo il voto del 4 marzo, rimesso il mandato in scadenza a ottobre nelle mani del ministro, compiendo un atto di grande correttezza istituzionale. In questi 5 anni – aggiunge Corsini – Enit ha cercato, tra mille difficoltà, di avviare il percorso di riforma previsto dal cambio di ragione sociale dell’ente. Sono stati compiuti evidenti passi in avanti, anche rispetto al rapporto di collaborazione con le Regioni, e il mio auspicio è che questo percorso possa proseguire anche con il nuovo management”. A giudizio di Corsini, quindi, “più che attaccare l’attuale CdA sarebbe forse più opportuno che il ministro ci dicesse quali politiche intende portare avanti per un settore strategico come è il turismo e con quali risorse intende rafforzare ulteriormente la competitività del nostro Paese che, negli ultimi anni, ha fatto registrare tassi di crescita rilevanti, soprattutto sui mercati internazionali, grazie anche al lavoro di Enit, Regioni e privati”.

Immediata la replica di Centinaio: “Credo che l’assessore Andrea Corsini abbia letto male o probabilmente frainteso le mie dichiarazioni. A Genova non ho attaccato l’Enit, né il suo Cda: ho semplicemente affermato più volte che in questi anni l’ente non ha mai lavorato come avrebbe dovuto per promuovere l’Italia e le sue destinazioni. E il mio obiettivo sarà proprio quello di trasformarlo in modo che possa sostenere efficacemente l’offerta del Paese, e delle infrastrutture che, come sottolineato più volte dagli imprenditori, sono indispensabili per lo sviluppo turistico. Sono sempre disponibile a confrontarmi, anche in tempi brevi con l’assessore, certo che alcune proposte potranno essere condivise”.

News Correlate