Ue alle compagnie aeree: rendere i voucher più attrattivi per passeggeri

Le conseguenze del coronavirus sul settore turistico in Europa sono “devastanti” e “sono le piccole imprese a soffrire di più”. L’Ue sta lavorando ad una “risposta comune”. Lo ha detto un portavoce della Commissione europea mentre la commissaria Ue ai trasporti, Adina Valean, durante la sua audizione al Parlamento europeo in commissione trasporti, ha detto di rendere “più attrattivi” i voucher proposti dalle compagnie nel caso di volo cancellato a causa dell’emergenza coronavirus e che la Commissione europea “incoraggia” gli Stati membri a farlo attraverso schemi di garanzia contro l’insolvenza delle compagnie.

Anche le compagnie aeree possono rendere i voucher “più attrattivi per i passeggeri modificando i loro termini e condizioni”, ha detto la commissaria, insistendo però sul ruolo di primo piano dei Paesi nel costruire schemi contro l’insolvenza, “come sta facendo con successo la Danimarca”. Valean ha poi anticipato che “nei prossimi giorni la Commissione Ue adotterà un pacchetto di misure per adattare alcune scadenze relative ai trasporti, fornire chiarezza legale su deroghe, licenze e certificazioni” e sta anche pianificando di adottare nuove misure specifiche per l’aviazione e i porti.

News Correlate