martedì, 24 Novembre 2020

Vacanze di Natale low cost: si dorme in hotel 2/3 stelle o B&B

Meno ricerche on line per le vacanze natalizie (-3% rispetto al 2013 e -7% rispetto al 2012) ma c’è una maggiore attenzione alle prenotazioni low cost, alle offerte e alle tariffe più vantaggiose. E’ quanto rileva ProntoHotel secondo cu è cambiato anche il budget del viaggiatore.

Come conferma Paolo Mazzara, ceo di ProntoHotel, “si è assistito ad un fenomeno significativo per quanto concerne la capacità di spesa del turista italiano, sempre più attento al confronto dei prezzi degli hotel e all’uso dei filtri dei prezzi nella ricerca sul portale (oltre che alla personalizzazione del viaggio). Gli utenti scelgono massimali più bassi nel filtro prezzo della camera che passa da un massimo di 145 euro (2013) a 125 euro (2014). Questa tendenza – afferma Mazzara – ha portato ad una selezione di hotel sempre più orientata verso i 2-3 stelle, oltre che b&b e appartamenti. Il budget più contenuto ha, naturalmente, influito anche sul numero delle notti.”

Le capitali europee si confermano le destinazioni più attrattive con Parigi in testa (+5% rispetto al 2013) dove i prezzi degli hotel si attestano per dicembre su una media di 194 euro a notte secondo il PHPI (Pronto Hotel Price index: indice prezzo medio a camera doppia). Seguono Londra (+2%), la più cara d’Europa, dove si spende 241 euro a notte, Barcellona (+1%) con prezzi sui 114 euro, Madrid (102 euro) e Berlino (96 euro). Oltreoceano al top si trova New York, salda al 1° posto come la città più cara (media di 377 euro).

L’Italia si conferma meta molto attrattiva dove trascorrere le festività di Natale. Quest’anno si sta registrando una crescita delle ricerche verso le città d’arte Venezia, Roma, Firenze ed un interesse consistente, in particolare, verso Napoli e Lecce. Città di interesse storico artistico che si unisce ad una crescita di affluenza verso le destinazioni del Lago di Garda.

www.prontohotel.it

News Correlate