lunedì, 18 Gennaio 2021

Viaggiare rende felici più del matrimonio e dei figli

Viaggiare rende felici. È quanto ha rilevato uno studio di Booking.com che spiega come viaggiare dia una carica emozionale tale da far preferire una vacanza rispetto ai momenti più importanti della nostra vita personale, come il matrimonio (49%), uscire con il partner (51%) o avere un bambino (29%).

Inoltre, il 77% degli intervistati dice che quando si sente giù di morale, prenota una vacanza e si sente più felice.

Lo studio ha coinvolto 17.000 persone in 17 paesi diversi, ed ha svelato come per la maggior parte di loro un’esperienza di viaggio crei più felicità rispetto alle cose materiali (70%).
Ecco perché la maggior parte (56%) preferisce una vacanza piuttosto che comprare vestiti, gioielli e altri accessori, e quasi la metà (48%) dà la priorità a un viaggio rispetto a un restyling della propria abitazione.

La carica emozionale che ci dà un viaggio è presente in ogni momento, dalla pianificazione, alla prenotazione, fino al viaggio e al soggiorno stessi. Anzi, è proprio la fase organizzativa a fornire la carica di felicità più immediata, e ben tre quarti degli intervistati (72%) dicono di provare un vero e proprio picco di euforia anche solo durante la ricerca di una destinazione da visitare. Più della metà (56%) si sente al top della felicità quando prenota una vacanza, e mette in risalto l’importanza di ricevere la conferma di prenotazione immediata, per avere la certezza di essersi assicurati l’alloggio perfetto.

Prenotare un viaggio crea assuefazione, tanto che oltre un terzo (35%) degli intervistati dice di iniziare a cercare una meta da visitare già con diversi mesi di anticipo, e il 5% comincia ben un anno prima della partenza.

Per non parlare poi dell’anticipazione di cosa ci aspetta una volta in viaggio. Tra la prenotazione e la partenza, un quarto degli intervistati dice di provare una carica di felicità una o più volte al giorno, quando pensa alla vacanza (39%). Durante l’attesa, 8 persone su 10 (80%) dicono di sentirsi felici guardando una mappa della destinazione, o cercando cosa visitare, mentre più della metà si sente felice al pensiero di fare shopping per rinnovare il guardaroba in occasione della vacanza (52%). Circa 8 persone su 10 (79%) dicono che guardare foto della destinazione e di alloggi spettacolari (appartamenti, ville, hotel o B&B) li fa sentire più felici mentre aspettano di andare in vacanza, e a 6 persone su 10 (61%) piace leggere le recensioni dell’alloggio che hanno prenotato anche a prenotazione effettuata.

Nonostante ciò, non c’è trepidante attesa che possa rimpiazzare la felicità di essere realmente in vacanza, e per oltre 6 persone su 10 (62%) il picco della felicità è mettere il messaggio di ‘out of office’nella propria e-mail prima di andare in ferie. Quasi 9 persone su 10 (87%) dicono che i momenti più felici della vacanza sono il primo giorno e vedere il proprio alloggio per la prima volta (83%). Il 70% pensa che la cosa migliore di una vacanza sia sentirsi davvero come a casa: più di due terzi si sente felice durante un soggiorno in hotel, ostello o villa (67%), mentre il resto degli intervistati si sente al top preferisce un appartamento o una casa condivisi con una persona del posto (33%).

News Correlate