giovedì, 19 Maggio 2022

Boom di visti per Italia soprattutto da Mosca, Istanbul e Pechino

Sempre più turisti dai paesi lontani scelgono l'Italia per una vacanza. Non lasciano dubbi i numeri indicati dal sottosegretario al Turismo, Simonetta Giordani, a margine del T20, il meeting dei ministri per il turismo dei paesi più industrializzati in corso a Londra, nell'ambito del World Travel Market. "Nei primi nove mesi del 2013 – ha sottolineato Giordani – l'Italia ha rilasciato il 14,6% di visti in più rispetto allo stesso periodo del 2012. Già nel 2012 – ha aggiunto – il nostro Paese aveva registrato un significativo incremento, con circa 1.870.000 visti rilasciati. Negli ultimi mesi la crescita si è consolidata, concentrandosi a Mosca (+ 22%, pari a 543mila), Istanbul (+37% ovvero 61mila) e Pechino (+ 35% ovvero 140mila). E' il risultato della maggiore attenzione rivolta dall'Italia ai paesi emergenti e della rinnovata collaborazione tra il ministero degli Affari Esteri e l'Enit, giudicata dalla Commissione Ue come una tra le migliori pratiche europee del 2012".    
L'Italia, che appoggia con forza la revisione del Codice Visti voluta dalla Commissione Europea, nei prossimi mesi lavorerà in sede comunitaria per l'ulteriore ampliamento della lista dei paesi esenti. "Parallelamente – ha concluso il sottosegretario – il nostro governo sta lavorando a delle misure per agevolare il rilascio dei visti a specifiche categorie di richiedenti, quali imprenditori, studenti e personale altamente qualificato. In questo modo la ‘travel facilitation' costituirà non soltanto un importante volano di crescita del turismo, ma un incisivo strumento di crescita economica del Paese nel suo complesso. Anche in vista di Expo 2015 i consolati italiani nel mondo stanno rilasciando visti pluriennali per entrate ripetute".

News Correlate