martedì, 24 Novembre 2020

Airbnb, nel Regno Unito offre alloggi solo per ‘soggiorni essenziali’

 

Airbnb corre ai ripari per rialzarsi dalla critiche dei giorni scorsi da parte del governo britannico in piena epidemia da coronavirus. Il servizio di affitti online ha infatti ristretto in via temporanea la possibilità di prenotare un alloggio ai soli lavoratori impegnati nella lotta alla pandemia: quindi personale sanitario (in primo luogo medici e infermieri), addetti ai trasporti e dipendenti delle grandi catene di supermercati.

Il progetto, che si chiama ‘Frontline Stays’ e dovrebbe rimanere in vigore almeno fino al 18 aprile, permette agli operatori di questi settori chiave di ottenere un alloggio per “soggiorni essenziali”, motivati quindi da esigenze legate al loro lavoro in prima linea o comunque all’epidemia in corso.

Nei giorni scorsi il governo conservatore aveva duramente criticato Airbnb, definendo “pericolosi e irresponsabili” gli annunci di proprietà pubblicizzati come luoghi ideali per sfuggire al contagio da coronavirus.

News Correlate