lunedì, 18 Gennaio 2021

Allerta Usa in aeroporti, rafforzate misure in Ue e Medio Oriente

Gli Stati Uniti suonano l’allarme antiterrorismo in una quindicina di aeroporti in Europa e Medio Oriente, e anche in Africa: è necessario aumentare le misure di sicurezza perché esiste la possibilità che attentatori suicidi legati allo Stato Islamico in Iraq e nel Levante (Isis) tentino di imbarcarsi su voli diretti negli Usa portandosi addosso esplosivi in grado di ‘sfuggire’ agli attuali controlli.  

I controlli dunque saranno quindi notevolmente rafforzati. Sia quelli visibili al pubblico che quelli invisibili. Si parla di maggiore attenzione alle scarpe, oltre che agli oggetti nelle borse a mano. E anche dell’ uso di speciali scanner per rilevare eventuali tracce di esplosivo e di ulteriori controlli poi direttamente al gate. “Lavoreremo per assicurare che non ci siano eccessivi disagi per i passeggeri”, ha fatto sapere il ministro degli Interni americano Jeh Johnson.    

L’allarme americano è stato immediatamente recepito in diversi Paesi. A cominciare dalla Gran Bretagna, dove il ministro dei Trasporti ha comunicato che nei principali scali del Paese ora vengono eseguiti maggiori controlli. Così come in Belgio, dove negli scali vengono effettuate verifiche più accurate sul materiale elettronico, come computer, telefoni, tablet. 

News Correlate