lunedì, 17 Gennaio 2022

Feste in sicurezza alle Baleari: tutto quello che c’è da sapere per visitare l’arcipelago

Nonostante le restrizioni causate dalla pandemia, le quattro Isole Baleari – Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera – sono una destinazione turistica di cui godere in totale sicurezza, tra parchi, monumenti storici e una biodiversità unica. Attraverso rigorosi protocolli per prevenire il Covid-19, l’AETIB-Agenzia di Strategia Turistica delle Isole Baleari punta a consolidare l’arcipelago come mèta da visitare 365 giorni l’anno.
Per offrire un’adeguata assistenza sanitaria a coloro che visitano le Isole Baleari, sono stati abilitati diversi alberghi (chiamati,
“hotel ponte”) in ciascuna delle isole. Gli hotel ponte sono strutture alberghiere adattate al fine di isolare i casi sospetti o confermati di COVID-19, con sintomi lievi o asintomatici, per la quarantena in caso di loro contatti stretti con positivi, e che non hanno la possibilità di auto-isolarsi nella loro residenza.
Relativamente al servizio sanitario delle Isole Baleari, poi, chi ne avesse bisogno può contare su
7 ospedali pubblici autogestiti e 2 ospedali integrati nella rete pubblica attraverso un accordo speciale (Ospedale San Juan de Dios e Ospedale Cruz Roja, entrambi a Palma) e 13 ospedali privati. Questi ospedali forniscono un servizio sanitario completo ai pazienti che hanno bisogno di cure urgenti o specializzate, impiegando più di 18.000 professionisti medici e non medici che fanno parte del sistema ospedaliero. Gli ospedali delle Baleari hanno più di 2.300 specialisti, più di 4.100 infermieri e più di 3.000 infermieri ausiliari.
Un’ulteriore misura di prevenzione da Covid-19 è rappresentata dalla
polizza di assicurazione sanitaria di viaggio fornita dalla compagnia assicurativa RACE, e messa a disposizione a titolo gratuito dal Governo delle Isole Baleari, attraverso l’AETIB-Agenzia di Strategia Turistica delle Isole Baleari, per tutti i turisti, sia cittadini spagnolo che visitatori internazionali (non residenti), che arrivino nelle Isole Baleari tra il 13 agosto e il 31 dicembre 2021. La polizza assicurativa entra in vigore 24 ore dopo la registrazione presso il primo stabilimento turistico ufficiale e regolamentato, in una qualsiasi delle isole e durante la permanenza nella regione delle Baleari, e fornisce ai titolari le seguenti coperture: servizio di interpretariato; spese derivanti dal trasporto di ritorno al luogo di residenza dell’assicurato, in seguito a COVID-19; spese derivanti dal rimpatrio per decesso al luogo di residenza dell’assicurato, in seguito a COVID-19; costi derivanti dal prolungamento del soggiorno dell’assicurato, a causa dell’autoisolamento o della quarantena in seguito a COVID-19.
I migliori servizi e le infrastrutture impeccabili, oltre all’elaborazione delle
Linee guida d’azione di prevenzione del COVID-19 per tutti i lavoratori del settore turistico, rendono questa destinazione un luogo sicuro per accogliere i visitatori. Tra le misure adottate, anche il controllo della capienza nei locali, la formazione dei lavoratori con i protocolli di prevenzione da COVID-19, la misurazione di CO2 nell’aria per una corretta ventilazione negli spazi chiusi e l’implementazione di “bolle sociali” – persone che convivono regolarmente nello stesso luogo – sul posto di lavoro.
Infine, priorità della ripartenza turistica è la protezione della salute di tutti coloro che si trovano su una delle isole, ed è per questo che il Servizio Sanitario delle Isole Baleari ha creato
per i residenti una rete di punti COVID EXPRESS per sottoporsi a un test antigenico senza bisogno di appuntamento e più di 50 centri autorizzati per i turisti che si trovano sulle isole e hanno bisogno di fare un test.
safetourism.illesbalears.travel/en

News Correlate