giovedì, 22 Ottobre 2020

Ambientalisti vogliono paralizzare attività a London City Airport, ma i voli continuano

Alcune decine di attivisti del movimento ambientalista radicale Extinction Rebellion hanno occupato parte degli spazi dell’aeroporto di London City nell’ambito delle due settimane di protesta contro “l’emergenza dei cambiamenti climatici” in corso in diverse città del mondo.

L’iniziativa era stata annunciata dai dimostranti, che affermano di voler “occupare pacificamente” lo scalo per tre giorni e mirano a paralizzarne l’attività. Le autorità aeroportuali hanno da parte loro precisato stamattina che per ora decolli e atterraggi proseguono e che London City resta “pienamente operativo”. Non vengono esclusi i disagi e i passeggeri sono stati invitati a controllare lo stato dei voli.
Nelle proteste dei giorni scorsi, la polizia ha arrestato a Londra oltre 800 manifestanti di Extinction Rebellion per intralci al traffico e ai trasporti pubblici, in buona parte poi rilasciati come indagati a piede libero.

News Correlate