sabato, 26 Settembre 2020

Londra sconsiglia viaggi non essenziali anche in Baleari e Canarie. Sanchez protesta

Il governo britannico estende alle isole spagnole lo sconsiglio di viaggio per i connazionali. Il Foreign Office ha invitato a non fare viaggi non essenziali in nessuna parte della Spagna, incluse le isole Canarie e le Baleari.

La decisione ha scatenato la protesta da parte del primo ministro spagnolo Pedro Sanchez. In un’intervista alla tv Telecinco, Sanchez ha sottolineato che alcune destinazioni molto apprezzate dai turisti britannici, come le Baleari, le Canarie e le regioni di Valencia e dell’Andalusia, sono sicure. Queste regioni “hanno un’incidenza (di coronavirus) inferiore a quella registrata attualmente nel Regno Unito, il che vuol dire in termini epidemiologici che queste mete sono di fatto più sicure del Regno Unito”, ha dichiarato il premier spagnolo, spiegando che i due terzi di nuovi contagi in Spagna riguardano solo due regioni, Aragona e Catalogna. Sanchez ha inoltre reso noto che sono in corso discussioni con i vertici britannici “per cercare di convincerli a riconsiderare una misura che a nostro avviso è inadatta”. Nel 2019 i britannici sono stati il gruppo più numeroso di turisti in Spagna, con 18 milioni di visitatori.

News Correlate