Turchia spinge il turismo e invita visitatori da 70 Paesi

La Turchia spinge per la ripartenza del turismo allentando nelle prossime settimane molte delle restrizioni imposte per l’emergenza Covid-19, riaprendo a inizio giugno anche regolari collegamenti aerei internazionali. Negli ultimi giorni, riferisce il ministro del Turismo turco Mehmet Nuri Ersoy, Ankara ha inviato lettere d’invito a 70 Paesi, da cui si attende l’arrivo della maggior parte dei visitatori, tra cui Russia, Germania, Regno Uniti, Paesi Bassi, Belgio, Repubblica Ceca e Giappone. Le missive includono dettagli sulle certificazioni di ‘turismo sicuro’ che la Turchia intende applicare a seguito di controlli a mezzi di trasporto e strutture ricettive, oltre che dettagli sulla capacità di assistenza sanitaria delle principali località di vacanza.

Intanto, fa sapere il ministero, da mercoledì potrà già riprendere il turismo medico, settore in grande crescita, con arrivi ammessi da 31 Paesi, tra cui Russia, Germania, Regno Unito e diversi Stati arabi. Pazienti e accompagnatori verranno sottoposti al test del coronavirus e gestiti nel rispetto di rigide precauzioni.

News Correlate