sabato, 15 Giugno 2024

A TourismA confronto su strategie turismo culturale e sostenibile

Da venerdì 24 a domenica 26 marzo al Palacongressi di Firenze torna l’appuntamento con la IX edizione di tourismA, il salone dell’archeologia e del turismo culturale organizzato da Archeologia Viva (Giunti Editore) con il patrocinio di ENIT, Ministero della Cultura, Regione Toscana e Comune di Firenze.

Pur essendo aperto al pubblico (con ingresso libero e gratuito) il Salone conta diverse iniziative specificamente rivolte al settore turistico, a cominciare da Buy Cultural Tourism, il workshop b2b del turismo culturale in programma venerdì 24 marzo.

La 6^ edizione in partnership con The Data Appeal Company ospiterà destinazioni estere, come Croazia, Fiandre, Giordania, Israele, Malta, Polonia, Portogallo, Turchia, enti di promozione e DMC italiane, di Emilia Romagna, Lazio, Friuli Venezia Giulia, Toscana e Sardegna, insieme a DMC e tour operator specializzati, italiani e esteri. Il workshop b2b si è affermato come momento di incontro e scambio tra le realtà che offrono itinerari e viaggi culturali e archeologici e la domanda, rappresentata da decine di buyer, agenti di viaggio e operatori, provenienti da tutta Italia.

Venerdì 24 marzo nel pomeriggio si svolgerà il convegno ‘Fare turismo culturale oggi’ grazie alla collaborazione con The Data Appeal Company – Gruppo Almawave. Sabato 25 marzo vedrà due appuntamenti con protagonisti operatori e destinazioni. La mattina con la Rassegna Viaggi di Cultura e Archeologia, nella quale verranno presentate sette proposte di itinerari culturali e archeologici.

Nell’ottica di affrontare il tema della sostenibilità, sabato 25 marzo nel pomeriggio si svolgerà il convegno ‘Turismo culturale sostenibile. Il turismo culturale come driver di sviluppo sostenibile per comunità e destinazioni’, condotto da Cristina Nadotti, giornalista Green&Blue La Repubblica, che vedrà confrontarsi Paolo Bonari, della direzione turismo del Comune di Siena, che il 7 marzo scorso ha ricevuto la certificazione del Global Sustainable Tourism Council (GSTC) che la riconosce a livello internazionale come prima città d’arte sostenibile in ambito turistico in Italia, Damiano De Marchi, Tourism & Destinations Expert, The Data Appeal Company – Gruppo Almawave, che ha sviluppato il Destination Sustainability Index per le destinazioni, Diego Gallo di Etifor, spin off dell’Università di Padova che propone soluzioni per il turismo rigenerativo, Piergianni Addis e Dante Bartoli di Kel 12 Tour Operator, primo tour operator italiano a certificarsi come B-Corp.

Gran finale domenica 26 marzo con due appuntamenti imperdibili. Si inizia la mattina con l’assegnazione del Premio GIST ACTA Archeological and Cultural Tourism Award del Gruppo Italiano Stampa Turistica in collaborazione con Toscana Promozione per la comunicazione e valorizzazione dei beni culturali nel mondo, condotto dalla giornalista Clara Svanera. La cerimonia di premiazione, alla quale interverranno Francesco Tapinassi direttore Toscana Promozione Turistica e Sabrina Talarico presidente GIST, vedrà l’assegnazione del riconoscimento nelle quattro categorie del premio, servizio giornalistico, museo, sito archeologico, sito UNESCO, ai quali si aggiunge il Premio Speciale GIST per la divulgazione del patrimonio culturale a Fabio Troiano attore e conduttore televisivo. Nel pomeriggio tourismA si chiude come d’abitudine con il padrino della manifestazione, Alberto Angela, che si collegherà per essere intervistato da Piero Pruneti, direttore di tourismA.

www.tourisma.it

News Correlate