martedì, 24 Novembre 2020

I fumetti per promuovere il patrimonio culturale in modo innovativo

Il Mibact partecipa alla XX Settimana della lingua italiana nel mondo con “Fumetti nei Musei”, l’iniziativa lanciata nel 2018 per raccontare ai giovani, attraverso un linguaggio immediato e accattivante, la ricchezza del patrimonio culturale italiano. Il tema di questa edizione, “L’italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti”, si coniuga perfettamente con i 51 albi della collana realizzata dal MiBACT in collaborazione con Coconino Press – Fandango e il sostegno di Ales spa.

Le 51 storie disegnate da alcuni tra i migliori fumettisti italiani, che illustrano le collezioni d’arte di 51 musei e parchi archeologici statali, sono state ristampate per l’occasione in una tiratura speciale dell’intera collana: 1.300 copie di ogni albo per un totale di oltre 66 mila volumi distribuiti a oltre 200 sedi della rete estera della promozione internazionale della cultura italiana (82 Istituti Italiani di Cultura nel Mondo, 52 Scuole italiane all’estero e 70 tra Ambasciate e Consolati italiani all’estero) che disporranno così nelle proprie biblioteche di un prezioso materiale didattico per raccontare i musei italiani ai loro studenti.

Nel corso della Settimana della lingua italiana si terranno inoltre 5 webinar, ciascuno coordinato dal direttore del locale Istituto di Cultura, in cui gli autori dei fumetti dialogheranno con i direttori dei musei, con il seguente calendario:

oggi, martedì 20 ottobre a Madrid, con ZUZU e Lorena Canottiere insieme al Direttore generale Musei e direttore del Parco archeologico di Pompei, Massimo Osanna;

il 21 ottobre San Paolo del Brasile, con ALTAN e Sara Colaone insieme al direttore del Museo archeologico nazionale di Napoli, Paolo Giulierini;

il 22 ottobre Abu Dhabi, con Ratigher, Antonio Pronostico e Fulvio Risuleo insieme alla direttrice della Galleria dell’Accademia di Firenze, Cecile Hollberg;

il 23 ottobre New York, con Paolo Bacilleri e Luca Baldazzi insieme al direttore della Pinacoteca di Brera, James Bradburne;

il 24 ottobre Tokyo, con LRNZ e il docente Paolo La Marca insieme a Cristiana Collu, direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea.

Sul canale YouTube del MiBACT è online “I mestieri del fumetto”, la serie di brevi documentari realizzata per l’occasione: quattordici interviste in sette episodi per la regia di Fulvio Risuleo, dedicati al confronto con la lingua italiana delle diverse professionalità delle strisce disegnate. Artiste e artisti, editor, disegnatori, colorist, traduttori fino a chi si occupa di lettering si confrontano su come la propria professione dialoghi con la lingua italiana.

Ad arricchire il programma di iniziative, la mostra al Santuario di Ercole Vincitore di Villa d’Este a Tivoli dove, fino al 10 gennaio, sono esposti i 51 fumetti e alcune delle tavole originali custodite presso il Fondo Fumetti dell’Istituto Centrale per la Grafica.

“Alla vigilia dell’anno di Dante – dice il ministro Dario Franceschini – questa iniziativa è un’ulteriore conferma della vitalità e della versatilità della lingua italiana. La collaborazione tra il MiBACT e il MAECI promuoverà nel mondo il patrimonio culturale e le collezioni dei musei italiani con un linguaggio innovativo offrendo al contempo un nuovo strumento di apprendimento alle centinaia di migliaia di persone che amano e studiano la nostra lingua“.

www.beniculturali.it/slim2020

www.fumettineimusei.it

News Correlate