domenica, 2 Ottobre 2022

Visitare Venezia in estate è un’occasione imperdibile

Scoprire Venezia durante il periodo estivo non solo permette di conoscere una splendida città, goderne appieno le atmosfere, ma consente di partecipare alle tante attività all’aria aperta, presenziare alla miriade di eventi fra feste tradizionali, sagre, tour guidati, e approfittare dei 12 chilometri di litorale marino del Lido.

Gli amanti della sostenibilità non solo potranno raggiungere Venezia in treno, sfruttando le informazioni su www.italotreno.it/treni-roma-venezia, ma scoprire la laguna in bicicletta. La scelta ricade sul percorso ciclabile che si snoda fra l’isola del Lido, Pellestrina e Chioggia, e si connette ai collegamenti con i vaporetti per raggiungere praticamente ogni angolo della città, sfruttando i bicipark, aperti sette giorni su sette per 24 ore, dove lasciare perfettamente custodita la due ruote. In centro, infatti, è consentito transitare, conducendo la bici a mano, soltanto in alcuni tratti.

Chi sceglie di andare a zonzo in bicicletta nel territorio comunale e metropolitano di Venezia, può valutare i tanti percorsi ciclabili e i servizi dedicati ai cicloturisti. Sono presenti piste ciclo-pedonali a Mestre, nei parchi San Giuliano e Albanese, così come nell’area boschiva, e una miriade di itinerari ciclabili che costeggiano i corsi d’acqua, e consentono di visitare l’isola di Sant’Erasmo.  Chi non ha con sé un mezzo proprio può scegliere di affittarlo grazie al servizio di bike sharing.

Le acque della costa marina veneziana vantano sette bandiere blu

L’eccellenza delle spiagge della costa marina di Venezia è caratterizzata dalle sette bandiere blu, assegnate a Venezia, San Michele al Tagliamento, Caorle, Eraclea, Jesolo, Cavallino Treporti e Chioggia.

Acque pulite, stabilimenti balneari di qualità, spiagge meravigliose attendono i turisti che alla visita in città desiderano alternare un tuffo in mare e un bagno di sole.

Dal centro città, a bordo di una delle tante linee del Vaporetto, si può raggiungere comodamente l’isola del Lido di Venezia, protesa sul Mare Adriatico. Il litorale si sviluppa su 12 chilometri fra acque basse e spiagge curate, che incontrano il gusto dei turisti. 

Per chi ama la natura non resta che valutare l’esperienza della spiaggia libera degli Alberoni, alle cui spalle si sviluppa l’Oasi Wwf delle Dune degli Alberoni, una riserva naturale di grande pregio.

La Biennale d’Arte un’occasione imperdibile

L’estate veneziana è sinonimo d’arte. Dal 23 aprile al 27 novembre è aperta al pubblico, presso i Giardini e l’Arsenale, la 59ma Esposizione Internazionale d’Arte dal titolo ‘Il latte dei sogni’. L’evento è curato da Cecilia Alemani, prima donna italiana a rivestire questa posizione, che ha al proprio attivo numerose mostre su artisti contemporanei, ed è al contempo responsabile e capo curatore di High Line Art, programma di arte pubblica della High Line, il parco urbano sopraelevato di New York.

Chi visita Venezia nel periodo estivo potrà non solo apprezzare la splendida e ricca esposizione, ma presenziare agli eventi collaterali in programma in varie zone della città. 

L’estate veneziana fra tour, mostre guidate e visite notturne

L’estate veneziana si arricchisce d’innumerevoli occasioni fra tour e visite guidate. Per partecipare non resta che pianificare di tutto punto sfruttando ad esempio le pagine online di visitmuve.it. 

Con la bella stagione non resta che approfittare delle atmosfere notturne e godersi i tour serali, grazie alle temperature più miti. Si può scegliere di andare a caccia di fantasmi, scoprire le leggende, fare un giro in gondola, garantirsi una visita serale alla Basilica di San Marco e a Palazzo Ducale, passare una serata memorabile partecipando a un tour guidato a piedi di notte a spasso fra luoghi locali e gemme nascoste, approfittando delle sole luci della strada e degli edifici.

Venezia, che cosa vale una visita

Venezia è splendida in ogni stagione dell’anno. Fra le cose da fare e vedere non può mancare una visita a Piazza San Marco, al Ponte di Rialto per ammirare il Canal Grande, e a tutti gli altri ponti, a Palazzo Ducale, alle Gallerie dell’Accademia, al Museo Peggy Guggenheim, alla Basilica dei Frari, valutando di attardarsi a girovagare fra le suggestive calli, le vie dal fascino ineguagliabile che si intersecano in città.

 

News Correlate