venerdì, 14 Giugno 2024

Guerra e pandemia spingono 72% italiani a scegliere agriturismi

Guerra e pandemia spingeranno quest’estate 7 italiani su 10 a trascorrere le vacanze in agriturismo o recarsi negli esercizi rurali anche semplicemente per mangiare. E’ la nuova tendenza verso il turismo green e sostenibile rilevata dall’indagine Coldiretti-Noto Sondaggi sulle ferie degli italiani presentata all’assemblea di Terranostra, l’associazione agrituristica della Coldiretti.

In testa alle motivazioni di questa scelta c’è la voglia di contatto con la natura, seguita dall”enogastronomia con l’esplosione del fenomeno dei cuochi contadini. Gli agricoltori chef a chilometri zero che cucinano i prodotti coltivati in azienda recuperando spesso antiche ricette della tradizione, sono diventati, infatti, un vero e proprio valore aggiunto per le strutture. Lo dimostra il fatto, che le attività con ristorazione sono aumentate del 2% rispetto al 2019, nonostante i vari lockdown. Al terzo posto c’è la voglia di relax e di sicurezza di stare all’aria aperta. Una passione per l’agriturismo dimostrata anche dal fatto che a 20,5 milioni di italiani piacerebbe aprirne uno.

Diverse le tendenze dell’estate 2022 rilevate dall’indagine: in aumento i viaggi di media e breve distanza e del turismo di prossimità, il ricorso a prenotazioni last minute e la preferenza per alloggi autonomi, luoghi e attività all’aria aperta. Sale anche l’interesse per mete minori e piccoli borghi con meno di 5 mila abitanti, dove nasce il 92% delle produzioni tipiche nazionali. Un patrimonio enogastronomico sostenibile e a km zero, conservato nel tempo dalle imprese agricole, a tutela del territorio dal dissesto idrogeologico. Non ultima la tendenza a muoversi in periodi meno affollati che spinge verso la destagionalizzazione e l’allungamento dei soggiorni medi, aspetti importanti per l’economia del settore.

News Correlate