sabato, 8 Maggio 2021

Vacanze tra consumi essenziali: italiani pronti a risparmiare pur di partire  

Le vacanze sono diventate un “bisogno essenziale” per gli italiani tanto che il 76% è disposto a risparmiare su pranzi e cene al ristorante pur di fare un viaggio, il 61% sulla cultura e il tempo libero e il 35% è pronto a risparmiare anche sul carrello della spesa. È quanto emerge dalla ricerca ‘Le intenzioni di viaggio degli italiani per l’estate 2017’, realizzata da Coop per il suo portale (www.italiani.coop) e presentata a Milano in occasione del lancio del nuovo piano industriale di Robintur.

Nel 2017 sono il 10% in più gli italiani che intendono andare in vacanza nel periodo estivo, rispetto a quelli che lo hanno fatto nel 2016. Una persona su due ha già prenotato o lo farà a breve (52%) mentre crescono del 28% le intenzioni di viaggio per vacanze itineranti e all’insegna della natura. In aumento del 9% le persone che sceglieranno il mare, che resta la meta preferita del 2017. In calo invece le vacanze nelle grandi città e nelle città d’arte (-4%). Per le prenotazioni va di moda il ‘fai da te’ soprattutto tra i giovani tra i 18 e i 22 anni (87%). Quattro italiani su dieci scelgono ancora la vacanza low cost ma tra i desideri cresce quella più esclusiva, in crociera o villaggio (+24%). Inoltre, il 69% del campione ricorda di essere stato deluso dalla destinazione una volta arrivato mentre il 16% dichiara di essere stato vittima di una truffa.

“Negli anni passati gli italiani hanno rinunciato ai viaggi per la crisi – ha commentato il direttore generale Ancc-Coop, Albino Russo – ma adesso provano a risalire la china e appena hanno soldi in tasca li dedicano ai viaggi”.

News Correlate