domenica, 1 Agosto 2021

Cassazione sancisce condanna per Ryanair

“Le sezioni unite della Corte di Cassazione confermano quanto stabilito dalla Corte d’appello di Brescia e dal Tribunale di Bergamo sul comportamento discriminatorio da parte di Ryanair nei confronti dei lavoratori nell’ambito del procedimento legale intentato dalla Filt Cgil”.
A riferirlo Fabrizio Cuscito, segretario nazionale della Filt Cgil, in merito al nuovo pronunciamento nei confronti della compagnia irlandese, aggiungendo che “Ryanair è condannata a risarcire 50 mila euro, oltre le spese legali come sanzione per il comportamento tenuto verso i lavoratori”.

“Anche alla luce di questo nuovo pronunciamento riteniamo molto grave – prosegue Cuscito – che, mentre le più grandi compagnie aeree italiane come Alitalia ed Air Italy chiudono, il governo non convochi i rappresentanti dei lavoratori e di queste aziende ma, come accaduto nei giorni scorsi, incontri esclusivamente i proprietari di una compagnia straniera come Ryanair. Per questo è sempre più urgente – conclude – l’istituzione di una cabina di regia con i principali attori per procedere rapidamente alla riforma del settore nella direzione del rispetto delle regole del lavoro che prevedano gli stessi trattamenti normativi e retributivi a parità di condizioni operative, partendo dall’applicazione dell’articolo 203 del Decreto Rilancio”.

News Correlate