venerdì, 30 Ottobre 2020

eDreams delocalizza ma la sede di Milano non verrà chiusa

Dopo la denuncia della Filcams Cgil secondo cui eDreams ha dichiarato 70 esuberi nella sua filiale italiana di Milano, dove impiega 78 persone che si occupano di customer care, in seguito a una riorganizzazione che porterà ad esternalizzare diverse attività in Est Europa, il Gruppo esclude di chiudere la sede di Milano e precisa di aver presentato una “nuova struttura operativa focalizzata sull’ulteriore rafforzamento delle sue capacità tecnologiche”.

Per questo edreams afferma di aver investito “in maniera importante in funzionalità all’avanguardia per migliorare ulteriormente la propria assistenza automatica al cliente” e “concentrerà i propri sforzi sull’innovazione e sulle competenze tecnologiche”.

Di conseguenza – spiega il gruppo in una nota – “in linea con la nuova struttura operativa, le attività tradizionali del servizio clienti della società saranno gestite da società partner best-in-class”. La società afferma di aver presentato “una proposta, da sottoporre a consultazione, per ristrutturare le funzioni di servizio clienti attualmente in corso a Milano, la cui sede resterà aperta”. L’obiettivo annunciato dal Gruppo è “portare avanti questo processo in stretta collaborazione con i dipendenti e i loro rappresentanti sindacali al fine di trovare la soluzione più adatta”.

News Correlate