venerdì, 23 Luglio 2021

A sportello Sos turista oltre 1.000 richieste aiuto

Federconsumatori, in testa disagi pacchetti all-inclusive

Con oltre 1.000 ‘salvataggi’ di
turisti in difficolta’, alle prese con disagi di ogni tipo,
anche quella che ormai si avvia al termine si conferma un’estate
calda per lo sportello nazionale Federconsumatori a tutela del
turista.
A Sos Turista, infatti, e’ tempo di un primo bilancio ed
anche quest’anno, affermano i responsabili, le linee sono state
particolarmente calde per le numerose segnalazioni: nei soli
mesi di giugno, luglio e prime tre settimane di agosto le
consulenze fornite hanno coinvolto oltre 1.100 persone, che
hanno richiesto direttamente l’assistenza dell’associazione non
essendo riuscite a risolvere autonomamente il problema.
Dall’inizio dell’anno sono stati ben 1.900 i turisti che sono
ricorsi alle consulenze dello Sportello, mentre le pratiche di
assistenza sono state 52, benche’ il loro numero, affermano da
Sos Turista, sia destinato a crescere dal mese di settembre.
Ma quali sono i disagi piu’ comuni, rilevati? Un 47% denuncia problemi relativi ai pacchetti tutto compreso, mentre un 17% lamenta disagi per il
trasporto aereo. Diversa la situazione per quanto riguarda il
contenzioso con alberghi: infatti, mentre questo rappresenta il
15% delle richieste di consulenza, la tipologia alberghiera e’
pressoche’ assente nelle pratiche, segno evidente che, affermano
dall’associazione, ”stante la presenza dell’albergatore a
diretto contatto con il cliente, le vertenze vengono normalmente
risolte immediatamente in loco trovando una soluzione bonaria”.
In deciso aumento, invece, le contestazioni riguardanti
locazioni immobiliari (le ‘case in affitto’) e con villaggi e
campeggi, spesso per problemi legati a carenze di natura
igienicosanitaria. Rispetto all’anno scorso, sottolinea
Federconsumatori, ed in base ad un primo bilancio, il
contenzioso complessivo registra comunque un aumento deciso.

News Correlate