martedì, 15 Giugno 2021

Al via il Tavolo del Mare

Ricerca, finanziamenti e innovazione per rilanciare il settore

Una politica di settore condivisa e l’attuazione di alcune misure sono le priorità dettate dal Tavolo del Mare, l’incontro presieduto dal vice ministro dei Trasporti, Cesare De Piccoli, con gli operatori del settore marittimo e portuale e i rappresentanti dei lavoratori, voluto per rilanciare il settore. All’apertura dei lavori è intervenuto il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, che ha sottolineato la necessità di una politica di settore “condivisa” da tutti gli attori della comunità marittima e portuale italiana, individuando nello sviluppo dell’economia del mare una priorità del nuovo governo Prodi e, in particolare, del ministero dei Trasporti. De Piccoli, invece, ha ricordato “l’urgenza di rendere operative alcune misure prioritarie, quali lo sblocco dei finanziamenti per le autorità portuali, la rivisitazione del quadro normativo, lo sviluppo della ricerca e dell’innovazione, gli interventi per la formazione e la sicurezza dei lavoratori con le relative misure di sostegno, e il riassetto della governance delle Autorità portuali”. “Non possiamo attendere il 2008 – ha affermato De Piccoli – per risolvere il problema della flotta pubblica sovvenzionata, in relazione anche alle esigenze degli operatori privati. Per questo, come per le altre tematiche sollevate oggi, con il Tavolo Mare redigeremo insieme alle parti interessate un’agenda dei temi comuni, che sarà alla base dell’azione governativa”. Il prossimo appuntamento del tavolo è stato fissato per la prima metà di luglio.

News Correlate