lunedì, 30 Novembre 2020

Alitalia, è arrivato il secondo B777

Il velivolo di punta della Boeing è a Fiumicino da sabato scorso

Il secondo dei sei B777-200ER acquistati da Alitalia in base al piano di rinnovo della flotta è giunto sabato mattina nell’aeroporto di Fiumicino, dopo la consegna avvenuta negli stabilimenti della
Boeing a Everett (Seattle) presenti il responsabile Sviluppo flotta, Gennaro Tocci, e il rappresentante della compagnia presso la stessa Boeing, Enrico Fantini. Il nuovo aereo, che dopo la presentazione ufficiale l’8 novembre nella zona tecnica AZ a Fiumicino, sarà impiegato dall’11 novembre sulla rotta per New York e poi, a seguire, nei collegamenti con Buenos Aires, Tokio e San Paolo, costituirà il fulcro del network di lungo raggio di Alitalia. Anche perché questi velivoli, dotati delle tecnologie più avanzate in fatto di sicurezza e comodità, saliranno a 9 con i 3 in locazione da Gesac (la finanziaria della General Electric costruttrice dei motori) che saranno consegnati ad Alitalia da ottobre a dicembre 2003. Negli stabilimenti della Boeing a Seattle, dove un intero padiglione è loro riservato, sono in stato di avanzato assemblaggio altri 3 dei B777 di Alitalia, che verranno consegnati rispettivamente nei prossimi mesi di novembre e dicembre e a gennaio 2003. Il sesto velivolo, invece, sarà pronto nel maggio del prossimo anno. Di dimensioni minori rispetto al Jumbo che Alitalia ha recentemente mandato in pensione, 2 motori anziché 4, il B777-200ER è allestito con 42 posti in classe ‘magnifica’ e 249 in quella economica. Grandi spazi tra i sedili e nei doppi corridoi, tutte le poltrone dotate di video individuali (con scelta tra 60 programmi di intrattenimento) e in ‘magnifica’ anche di telefono con linea interna ed esterna, un bancone bar con due macchine per caffè espresso, sono alcuni dei plus offerti ai passeggeri.

News Correlate