lunedì, 17 Gennaio 2022

Autotutela, si allarga il tavolo di concertazione del turismo

Kuoni Gastaldi, Domina Travel, Il Tucano e altri grandi operatori partecipano al dibattito

La prima riunione si era tenuta a Milano lo scorso 13 gennaio, facendo fin da subito registrare un grande interesse. Al secondo incontro hanno aderito alcuni dei nomi più rilevanti del panorama turistico italiano. Il tavolo di concertazione voluto da AUTOTUTELA è ormai operativo
Obiettivo di AUTOTUTELA era quello di creare, per la prima volta in Italia, un vero e proprio tavolo di concertazione tra le parti (agenzie di viaggio, tour operator e clienti), dopo aver assistito nel 2004 ad una crescita esponenziale dei casi di complain e reclami. Obiettivo che si sta realizzando con un interessante seguito da parte di alcuni dei nomi più importanti del panorama turistico italiano.
Dopo il primo incontro, avvenuto lo scorso gennaio, il secondo tavolo di confronto organizzato da AUTOTUTELA a Milano, volto a delineare un percorso corretto tra agenti di viaggio, tour operator e associazioni consumatori, in grado di garantire una completa soddisfazione al viaggiatore, ha visto sedere fianco a fianco, operatori quali: Kuoni Gastaldi, Domina Travel, Misha Travel, Il Tucano, Naar Tour Operator, King Holidays, Cabo Verde Time: nomi che vanno ad aggiungersi a quelli di Eurotravel, Eden Viaggi e ai numerosi altri; associazioni quali la Lega del Consumatore e il movimento Difesa del Cittadino.
Realtà importanti, che confermano la validità di questa iniziativa di cui, come afferma il presidente di AUTOTUTELA, Fulvio Avataneo: “sicuramente si sentiva l’esigenza, considerando il grande interesse e la partecipazione attiva che si sta riscontrando”. Al secondo appuntamento di Milano si è deciso di dare la precedenza all’aspetto informativo, ovvero di munire gli agenti di viaggio di tutti gli strumenti necessari per vendere al meglio e senza sorprese una determinata destinazione, garantendo al cliente finale una visione chiara e corretta della situazione che andrà a trovare nel corso del suo viaggio.
Si realizzeranno schede informative precise e sintetiche, sotto la cura e il controllo dei tour operator che si faranno garanti dei contenuti relativi ai Paesi verso cui sono leader.
Si sta inoltre lavorando per la realizzazione di un passaporto per le vacanze sicure. Ovvero un protocollo che raccoglierà tutte le leggi e i decreti relativi ai viaggi e alle vacanze, rielaborandole in maniera semplice da distribuire a tutti i clienti delle agenzie di viaggio. Su questo documento stanno muovendosi le associazioni dei consumatori aderenti al tavolo di confronto, in maniera che possano estrarre le informative realmente importanti da dare ai viaggiatori prima di ogni partenza.
“In questi ultimi tempi l’immagine del turismo organizzato aveva subito grossi scossoni. Questo confronto aperto e costruttivo cui abbiamo dato vita – dichiara Avataneo –riteniamo sia il mezzo per la riaffermazione e la riqualificazione del settore!”.

News Correlate