Boston apre i quartieri agli amanti dell’arte

Week end da settembre a ottobre dedicati agli artisti locali

Due mesi di arte in esposizione, girando i quartieri di Boston alla scoperta dell’anima di ogni bottega d’artista, della comunità distinta che popola ogni quartiere e delle diverse espressioni creative della grande società bostoniana. Dagli inizi di Settembre fino a metà Novembre Boston invita a dedicare i weekend all’arte, visitando gli studio aperti appositamente per l’occasione. Avvenimenti ed esposizioni nelle migliori locations e musei della città fanno da corollario al già intenso programma degli Open Studios
Il terzo Boston Arts Festival (Christopher Columbus Waterfront Park) è in programma nel week end 9-11 Settembre 2005. Questo evento è stato creato per lanciare la stagione artistica bostoniana e mette in mostra oltre 75 artisti d’arte visiva ed artigiani. Questi artisti eccezionalmente espongono e mettono in vendita i lavori prodotti in edizione limitata: dipinti, sculture, ceramiche, vasellame, gioielleria, arte in fibra, lavori in vetro, legno, materiali misti e fotografie. Le diverse Performing Arts del festival riflettono la ricca diversità culturale della città di Boston ed includono almeno 15 organizzazioni produttrici d’arte, tra le quali: la Boston Jazz Repertory Orchestra, il Boston Ballet e il Chu Ling Dance. I bambini possono intrattenersi con il teatro interattivo della City Stage Company, oppure con i cantastorie e le danze di diversi artisti. Ci sono anche spettacoli realizzati da bambini ed, inoltre, in un’area chiamata Participatory Arts, i visitatori possono cimentarsi nella pittura di panorami marini con l’aiuto dell’ OCA Mural Crew.
Lo United South End Artists Open Studios Weekend si svolge nel Quartiere Radical Chic il 17-18 Settembre 2005. Gli South End Open Studios offrono una grande opportunità per sperimentare con mano la ricchezza artistica prodotta nella città di Boston. Il South End è uno dei quartieri storici della città, con le sue caratteristiche case vittoriane di mattoni rossi disposte in ordinata fila lungo le vie. Negli ultimi tempi è diventato uno dei luoghi di residenza più ambiti dai bostoniani. Il quartiere è particolarmente vitale, ricco di ristoranti alla moda, caffè e gallerie d’arte, testimoni di un clima culturale eclettico ed effervescente. La popolazione è un armonioso mix di famiglie, giovani professionisti e artisti di ogni genere. C’è anche una ben integrata comunità di gay e lesbiche. Più di 200 autori attendono con le loro opere i visitatori durante il weekend degli Open Studios, in un’area relativamente ridotta e facilmente percorribile a piedi. Apertura il Sabato e la Domenica dalle 11.00 alle 18.00.

News Correlate