mercoledì, 2 Dicembre 2020

Cascio contro Granata: Sbagliato nominare commissari ad acta

La critica del Vice Presidente della Regione all’Assessore al turismo

“Dopo avere abbandonato l’idea, giuridicamente non percorribile, se non con un’apposita legge, di nominare i direttori delle Aziende anche commissari liquidatori, Granata adesso punta ad affidare la gestione degli enti non più a commissari straordinari, ma ad acta”. Il vicepresidente della Regione siciliana, Francesco Cascio, “boccia” il provvedimento del suo successore all’assessorato al Turismo che ha deciso di affidare la gestione delle Aast a commissari ad acta scelti tra i “dirigenti di “primissimo piano” dell’assessorato al Turismo. “ll risultato di questa scelta – riprende Cascio – sarà quello di sguarnire gli uffici centrali dell’assessorato, di aggravare gli stessi uffici di una mole di lavoro enorme, perché per ogni atto dovrà essere predisposto il relativo decreto che sarà firmato dall’assessore ed infine il risparmio di cui parla Granata quale sarà? E’ vero che non verrà riconosciuta alcuna indennità, ma è anche vero che essendo tutti dirigenti residenti a Palermo qualora vadano fuori sede gli si dovrà riconoscere l’indennità di missione. Questo a differenza del passato quando i commissari straordinari, per lo più erano residenti nello stesso hinterland dove ha sede l’Azienda di soggiorno e turismo”.

News Correlate