venerdì, 25 Giugno 2021

Cit, scaduti debiti commerciali per 82,5 milioni

Entro il 2 febbraio, la decisione di Soglia e il via libera al finanziamento Map

Sono scaduti i debiti commerciali della Cit, la Compagnia Italiana Turismo, nei confronti dei fornitori delle principali societa’ italiane del gruppo. Un debito che ammontava a 82,5 milioni. Lo ha reso noto la stessa Cit in un comunicato, in cui si spiega che la stessa sorte e’ toccata anche ai debiti finanziari. L’indebitamento finanziario netto della societa’, a fine 2004, era pari a 261,8 milioni e “da quella data non ha subito variazioni di rilievo, in linea capitale”. Per quanto riguarda i debiti tributari, sono di 9,7 milioni di euro le ritenute non versate e scadute, mentre quelle verso istituti di previdenza ammontano a 17,2 milioni. Il debito verso i dipendenti, invece, e’ di 10 milioni. Nella stessa nota, la societa’ ha ribadito che attualmente, quindi, non e’ possibile “la valutazione della sussistenza dei presupposti per la continuita’ aziendale”. Entro il 2 febbraio, data in cui questi dati saranno approvati, il Gruppo Soglia dovra’ comunicare le proprie intenzioni in merito al piano di salvataggio della Cit. Entro la stessa data, inoltre, il ministero delle Attivita’ produttive dovra’ compiere gli adempimenti per rendere effettiva la concessione di garanzia relativa al finanziamento di 10 milioni di euro, (prima tranche dei 75 milioni stanziati). Sempre il 2 febbraio, infine, e’ la data in cui e’ stato rinviato il procedimento prefallimentare dal tribunale di Milano.

News Correlate