domenica, 1 Agosto 2021

E’ la stagione della Croazia

L’Ente turistico statale prevede un incremento del 10% dei ricavi

Pienone in Croazia con un milione
di turisti sul litorale Adriatico, record assoluto per inizio
agosto, e le previsioni per le prossime settimane sono ancora
piu’ rassicuranti.
Gli operatori turistici croati, alberghieri, ristoratori e i
piccoli affittacamere si dicono piu’ che soddisfatti, mentre
dall’Ente turistico statale (Htz) prospettano almeno sei
miliardi di euro di ricavi, il 10% in piu’ rispetto all’anno
scorso, cifra che andra’ a toccare un quinto dell’intero Pil del
paese.
Gia’ in bassa stagione il 2005 per la Croazia si prospettava
un ottimo anno per il turismo, con quasi il 5% di visite in
piu’, ma ora sembra che il litorale istriano e ancor di piu’
quello della Dalmazia sia la destinazione numero uno per i
vacanzieri provenienti da tutta Europa. Il calo dei turisti
tedeschi, visibile in tutto il Mediterraneo, e’ stato
ricompensato dall’arrivo, quasi inaspettato, di francesi,
svedesi, olandesi e spagnoli. Infatti lo scorso fine settimana
dei circa 1,1 milione di turisti sulle spiagge croate, in un
paese che conta appena 4,4 milioni di abitanti, 90% erano
stranieri.
Tradizionalmente i piu’ numerosi sono gli austriaci, sloveni,
italiani, cechi e slovacchi. L’ ‘assalto’ degli italiani e’
atteso per il prossimo weekend e le stime piu’ caute parlano di
1,2 milioni di italiani che tra luglio e agosto si recheranno in
Croazia.
E’ difficile a dirsi quanti abbiano scelto la costa croata
rinunciando all’Egitto dopo l’attentato di Sharm el Sheikh, o
all’Italia traumatizzata da minacce terroristiche, ma e’ un
pensiero nella mente di molti. Non ha sicuramente nociuto che il
‘Bild’ tedesco abbia indicato la Croazia e la Grecia come le
destinazioni piu’ sicure in Europa, o che il New York Times
abbia dedicato tre pagine alle ”meraviglie della Croazia che vi
faranno piangere quando le vedrete”.
L’offerta e’ quella di sempre, molto sole e mare
limpidissimo, ma a differenza degli scorsi anni sembra anche
piu’ diversificata per soddisfare i gusti piu’ disparati: dai
piccoli centri del Quarnero per le vacanze di famiglia, alle
spiagge gay di Rovigno, dai festival estivi con spettacoli di
musica e teatro all’aperto nelle citta’ d’arte come Pola,
Dubrovnik e Spalato, ai party sfrenati dell’isola di Pag, ‘la
Ibiza croata’, dai mille isolotti dalmati per riposarsi in
totale isolamento, magari in un vecchio faro, alle isole
Incoronate, paradiso per i croceristi.
Le destinazioni piu’ gettonate sono Dubrovnik, e le isole
della Dalmazia, Hvar, Brac e Vis, che registrano un 20%, in
alcune localita’ anche il 30%, in piu’ rispetto all’anno scorso.

News Correlate