venerdì, 27 Novembre 2020

EasyJet, Ray Webster lascia

Per dieci anni ha guidato la compagnia da un successo all’altro

EasyJet ha annunciato che Ray Webster, CEO della società, lascerà il proprio incarico dopo quasi dieci anni di successi durante i quali ha guidato EasyJet in un periodo di crescita senza pari, compresa la quotazione alla Borsa di Londra, l’acquisizione di Go Fly, l’acquisto di 120 aeromobili Airbus A319 con l’opzione per ulteriori 120 a termini estremamente favorevoli e la creazione di uno dei principali vettori aerei low cost in Europa. Ray ha deciso che è giunto il momento per la compagnia di identificare e nominare un successore. Al momento della nomina del proprio successore Ray rassegnerà le dimissioni dal Consiglio di Amministrazione e, fino al 30 novembre 2006, risponderà al Presidente, svolgendo incarichi specifici per la società. Il Presidente di EasyJet, Sir Colin Chandler, ha commentato: “Il contributo di Ray al successo di EasyJet è stato estremamente significativo. Come evidenziato dalle più recenti statistiche sul traffico, EasyJet continua a mantenere ottimi risultati nonostante la crescita della concorrenza e l’emergere di nuove sfide, risultati che sono in linea con le nostre aspettative”. La ricerca del successore – ha detto Sir Colin – coinvolgerà candidati interni ed esterni. EasyJet coglie questa opportunità per annunciare altri cambiamenti nella composizione del Consiglio di Amministrazione. Amir Eilon, entrato in EasyJet nel 1999 e attualmente rappresentante di EasyGroup nel Consiglio di Amministrazione, rimarrà in carica fino alla prossima assemblea della società, in tal modo portando a termine due mandati triennali, e non si ricandiderà. Stelios Haji-Ioannou, fondatore e principale azionista, rientra con effetto immediato nel Consiglio di Amministrazione senza deleghe esecutive e continuerà a seguire le sue altre numerose società.

News Correlate